comunicato stampa

29/giu/2012 13.52.38 ufficio stampa casentino Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

UNIONE DEI COMUNI MONTANI DEL CASENTINO

 

 

 

 

“SE HAI TANTE PRIMAVERE TIENI D’OCCHIO L’ESTATE”

La sorveglianza attiva a favore degli anziani

 

L’Unione dei Comuni, in collaborazione con la Società della Salute Casentino, ha attivato anche per questo anno, il servizio di sorveglianza attiva dell’anziano fragile, finanziato in parte dalla Regione Toscana.

 

Gli interventi, articolati in più servizi, sono finalizzati a sostenere l’anziano che ha caratteristiche di fragilità sociali e/o sanitarie, segnalato dai servizi sociali, dai Medici di Famiglia, dalla famiglia e dal volontariato.

Per ciascuno degli anziani presi in carico dal servizio, è predisposto, in collaborazione con gli operatori dei servizi sociali, il medico e l’associazione di volontariato referente del territorio, un progetto assistenziale personalizzato che risponda ai bisogni specifici rilevati che può prevedere visite domiciliari, accompagnamento dal medico, spesa a domicilio e telefonate da parte dei volontari.

 

Il servizio è attivato soprattutto nei periodi di emergenza climatica, nelle stagioni molto calde o nei mesi invernali.

 

Come attivare il servizio e a chi rivolgersi?

 

L’anziano può rivolgersi al servizio sociale del proprio comune, al medico di famiglia oppure all’associazione di volontariato presente nel proprio territorio che ha aderito al progetto.

L’Unione dei Comuni gestisce gli interventi che sono attuati grazie alla collaborazione ed il coinvolgimento del volontariato – Misericordia, Croce Rossa, Pulica Assistenza, Auser – che offre una presenza capillare in tutto il territorio.

Telefonando all’Unione dei Comuni si potranno ricevere informazioni sulla tipologia dei servizi attivati e le modalità di accesso.

 

 

Consigli utili per affrontare il caldo estivo*

 

1.    Assumi molti liquidi (non alcolici), indipendentemente dall’attività fisica che svolgi. Non aspettare di raggiungere un livello di sete tale da avere bisogno di liquidi. Se il tuo medico ha limitato la quantità che puoi assumere, contattalo per sapere quanto puoi bere quando il clima è estremamente caldo.

2.    Non bere liquidi che contengono caffeina, alcol o grandi quantità di zuccheri, in quanto potrebbero causare una perdita di liquidi corporei più alta di quanto ne assumi. Non bere bevande troppo fredde perché potrebbero provocare crampi allo stomaco.

3.    Cerca di stare il più possibile all’ombra e se possibile in spazi forniti di area condizionata. Se la tua abitazione non ha un sistema di area condizionata trascorri un pò di tempo in luoghi pubblici che ne siano forniti.

4.    La presenza di un ventilatore provoca qualche conforto, ma non quando la temperatura supera i 35°. In questo caso è utile prevenire i sintomi bagnando il corpo o parti del corpo con acqua non troppo fredda.

5.    In assenza di ventilatore lascia le finestre della tua abitazione aperte durante le ore più fresche della giornata.

6.    Cerca di indossare vestiti di cotone o lino e possibilmente di colori chiari e che non siano aderenti.

7.    Non uscire di casa durante le ore più calde (dalle 11,00 della mattina alle 17,00 del pomeriggio) comunque riduci la tua attività fisica.

8.    Fai pasti leggeri preferendo frutta, verdura, pesce, pasta e gelati a base di frutta. Riduci la carne, i fritti ed i cibi molto conditi e piccanti.

9.    Se sei costretto/a a letto, evita le coperte ed i pigiami aderenti, meglio magliette leggeri e pantaloncini o camice corte e solo un lenzuolo. Rinfresca quanto più frequentemente possibile il letto sedendoti in una poltrona.

*Dalla campagna di prevenzione promossa dalla Regione Toscana “Se hai tante primavere, tieni d’occhio l’estate”

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl