Crisi: d'accordo con Monti. Bisogna puntare sull'economia reale, ma occorre passare al più presto dalle parole ai fatti

23/lug/2012 17.30.08 Confederazione italiana agricoltori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Crisi: d’accordo con Monti. Bisogna puntare sull’economia reale, ma occorre passare al più presto dalle parole ai fatti
 
Il presidente della Cia Giuseppe Politi: nonostante le grandi difficoltà, l’agricoltura si è adattata meglio alla complessa congiuntura e può rappresentare un puntello per la ripresa. Servono misure veramente concrete che riducano innanzitutto i costi delle imprese.
 
          “Siamo pienamente d’accordo con il premier Mario Monti quando afferma che bisogna puntare sempre di più sull’economia reale. E’ una cosa che diciamo da anni. Davanti a una finanza d’assalto e spregiudicata che sta mettendo in crisi i mercati mondiali, con riflessi pesanti per paesi come l’Italia, bisogna reagire in maniera diversa. Occorre incentivare e favorire quei settori che creano ricchezza vera. Per questo motivo rinnoviamo l’invito al presidente del Consiglio di passare al più presto dalle parole ai fatti. E’ necessario rivolgere maggiore attenzione al sistema imprenditoriale e a tutti quegli aspetti che fanno grande il patrimonio del nostro Paese, dal turismo all’agroalimentare, dai beni artistici e culturali al paesaggio dei nostri inimitabili territori”. Lo sostiene il presidente della Cia-Confederazione italiana agricoltori, Giuseppe Politi.
          “Quanto affermato dal presidente Monti -aggiunge Politi- lo accogliamo con soddisfazione, ma è bene operare da subito con la massima efficacia. L’agricoltura rappresenta in questo senso un settore vitale e propulsivo. Da qui l’esigenza di una maggiore attenzione verso le imprese. Un’attenzione che si deve tradurre in minori costi, in validi sostegni legislativi, in una decisa spinta all’internazionalizzazione. Altrimenti, la finanza ‘nuda e cruda’ continuerà ad avere il sopravvento, con tutti i pericoli che in questi giorni stiamo purtroppo constatando in maniera drammatica”.
          “Ci appelliamo, quindi, al premier Monti affinché agisca in fretta. Servono -conclude il presidente della Cia- politiche mirate a un reale sviluppo dell’economia. L’agricoltura, nonostante la crisi, ha mostrato vitalità e capacità produttive, adattandosi meglio alle difficoltà congiunturali. Per questo attendiamo un atteggiamento diverso da parte del governo. Servono provvedimenti che permettano alle imprese agricole di esprimere tutte le loro grandi potenzialità. Così si sostiene l’economia reale contro una finanza effimera che sta mettendo in crisi l’intero Pianeta”.

______________________________________
Settore Comunicazione e Immagine
CIA- Confederazione italiana agricoltori
Via Mariano Fortuny, n. 20
00196-ROMA
Tel. 06-3227008
Fax 06-3208364
E-mail: cia.informa@cia.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl