Maltempo: da "Circe" nuovi danni all'agricoltura che si sommano a quelli della siccità

25/lug/2012 16.36.32 Confederazione italiana agricoltori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Maltempo: da “Circe” nuovi danni all’agricoltura che si sommano a quelli della siccità
 
Invece di dare sollievo ai campi riarsi dal grande caldo, spiega la Cia, le piogge violente e le grandinate soprattutto in Lombardia e in Piemonte hanno moltiplicato gli effetti negativi per ortofrutta, vigneti e cereali. Agricoltori preoccupati per il clima a “montagne russe”.
 
          Il maltempo portato da “Circe” al Centro-Nord non ha mitigato lo stress idrico sui campi riarsi dal sole, anzi ha moltiplicato i danni con piogge intense, grandine e vento. Lo afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori.
        Invece di dare refrigerio alle campagne, i temporali brevi ma violenti hanno causato allagamenti, soprattutto sui terreni molto sabbiosi come la gronda lagunare, che hanno una minore capacità di trattenere l’acqua. Ci sono stati smottamenti e frane e in più le forti folate di vento hanno danneggiato serre e reti di protezione. Ma i danni maggiori -spiega la Cia- sono stati provocati dalle grandinate a macchia di leopardo, soprattutto nel piacentino, nel pavese e in alcune zone della collina piemontese, che hanno rovinato interi vigneti e molti campi dedicati all’ortofrutta.
        C’è molta preoccupazione tra i nostri agricoltori -sottolinea la Cia- perché queste anomalie climatiche rischiano davvero di compromettere il lavoro di un anno intero. Già ora i danni stimati al settore a causa di questo effetto “montagne russe” sulle coltivazioni, con il passaggio dal caldo torrido alle temperature autunnali e poi di nuovo all’afa e alla siccità, sfiora i 500 milioni di euro. Mais e soia restano le produzioni più colpite, con perdite previste rispettivamente del 30 per cento e del 45 per cento. A rischio anche i pomodori, in particolare nel Mezzogiorno, con raccolti “tagliati” del 25 per cento, pesche e pere, melanzane e zucchine.
 
 

______________________________________
Settore Comunicazione e Immagine
CIA- Confederazione italiana agricoltori
Via Mariano Fortuny, n. 20
00196-ROMA
Tel. 06-3227008
Fax 06-3208364
E-mail: cia.informa@cia.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl