Terremoto: ok legge per l'Emilia. Così si riavvia il tessuto produttivo del territorio

01/ago/2012 18.38.24 Confederazione italiana agricoltori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Terremoto: ok legge per l’Emilia. Così si riavvia il tessuto produttivo del territorio
 
La Cia commenta l’approvazione al Senato del decreto sulle misure urgenti per le zone colpite dal sisma: l’agricoltura è stata devastata, in questo modo si aiutano le imprese a uscire dalla fase d’emergenza. Ora accelerare sulla ricostruzione, le questioni burocratiche e fiscali non ostacolino la ripresa.
 
        Con l’approvazione oggi a Palazzo Madama, è finalmente diventato legge il decreto che prevede misure urgenti per le aree colpite dal terremoto il 20 e il 29 maggio. Si tratta di un passo avanti importante, anche per le aziende agricole emiliane duramente colpite dal sisma, perché prevede risorse e interventi mirati a riavviare il tessuto produttivo del territorio, fondato prevalentemente sull’agroalimentare. Lo afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori.
         L’agricoltura emiliana è stata devastata dal terremoto, tra strutture e fabbricati rurali crollati o seriamente lesionati, macchinari rotti, capi di bestiame perduti e eccellenze del territorio colpite al cuore, come il Grana Padano e il Parmigiano Reggiano -osserva la Cia-. Questo provvedimento, come anche il via libera sull’anticipo dei pagamenti Pac, può aiutare le imprese agricole a uscire dalla fase d’emergenza ed a incamminarsi verso la  ripresa delle attività.
        Il distretto produttivo compreso tra le province di Ferrara, Modena, Reggio Emilia, Bologna e Mantova da solo vale il 10 per cento del Pil agricolo -ricorda la Cia-. Per questo bisogna accelerare al massimo i tempi d’azione della ricostruzione e fare in modo che le aziende tornino a produrre e a competere sui mercati. Senza che le questioni burocratiche e fiscali, le domande, i bolli e i moduli, diventino un ulteriore freno e intoppo che si aggiunge ai danni materiali provocati dal terremoto.
 

______________________________________
Settore Comunicazione e Immagine
CIA- Confederazione italiana agricoltori
Via Mariano Fortuny, n. 20
00196-ROMA
Tel. 06-3227008
Fax 06-3208364
E-mail: cia.informa@cia.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl