Bankitalia, Scanavino (Cia): il messaggio del governatore Visco è chiaro, ora è tempo di riforme per la crescita e l'occupazione

30/mag/2014 13.41.32 Confederazione italiana agricoltori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Bankitalia: il messaggio del governatore Visco è chiaro, ora è tempo di riforme per la crescita e l'occupazione

 

Il presidente della Cia, Dino Scanavino, in occasione dell’assemblea annuale di Palazzo Koch: bene l’annuncio di nuove misure di credito alle Pmi, da loro arriva il 60% della nuova occupazione. Bisogna agevolare le imprese sotto il profilo dei costi e della liquidità per favorire l’ingresso dei giovani, cominciando dall’agricoltura che nell’ultimo anno ha aumentato il numero degli occupati “under 35” del 5,1%, in assoluta controtendenza.

 

            “Ora servono azioni di sostegno alla crescita, favorendo la ripresa della produttività e dell’occupazione. Il messaggio lanciato dal governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco all’assemblea annuale è chiaro e ci trova pienamente d’accordo: la recessione è finita, ma per consentire al Paese di tornare sulla strada dello sviluppo adesso c’è bisogno di misure efficaci per le famiglie e le imprese”. Lo afferma il presidente della Cia-Confederazione italiana agricoltori, Dino Scanavino.

            “Ci conforta, in particolare, l’annuncio del governatore Visco sulle nuove misure di credito alle Pmi, che sono l’ossatura e il motore del sistema economico italiano -spiega Scanavino-. Proprio il “credit crunch”, insieme agli oneri produttivi e alla burocrazia elefantiaca, sono i tre iceberg che rischiano di affondare le imprese, prima di tutto agricole, in particolare quelle giovani a cui le banche sono più restie a concedere prestiti. Quasi una su due (il 48 per cento) rischia di chiudere i battenti entro i primi cinque anni di attività. Eppure, proprio le piccole e medie imprese sono le più preziose in chiave occupazionale: l’Ue segnala che quasi il 60 per cento dei nuovi posti di lavoro è creato in aziende con meno di 10 addetti”.

            “Per questo è importante che le banche tornino a concedere liquidità alle imprese -continua il presidente della Cia-. Così come sono necessarie misure “ad hoc” da parte del governo che, agevolando le Pmi sotto il profilo dei costi, inneschino nuova occupazione tra i giovani. Soprattutto in un settore come l’agricoltura che ha già dimostrato di saper creare posti di lavoro, con un aumento degli occupati ‘under 35’ del 5,1 per cento nell’ultimo anno e il 17 per cento di imprese agricole neonate con un titolare di età inferiore ai 30 anni”.

______________________________________
Settore Comunicazione e Immagine
CIA- Confederazione italiana agricoltori
Via Mariano Fortuny, n. 20
00196-ROMA
Tel. 06-32687100/06-32687104/06-32687108
Fax 06-3208364
E-mail: cia.informa@cia.it

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl