Ue: nel semestre italiano puntare su una nuova regolamentazione per il "bio" e favorire l'accesso dei giovani nel settore

14/lug/2014 12.48.33 Confederazione italiana agricoltori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Ue: nel semestre italiano puntare su una nuova regolamentazione per il “bio” e favorire l’accesso dei giovani nel settore

 

Oggi al primo Consiglio dei ministri europei, l’Italia illustra le priorità per l’agricoltura e la Cia commenta: “Massima disponibilità a collaborare per rendere più incisiva l'azione italiana. Auguri al ministro Martina per questo nuovo impegno. Bene rivedere le norme sull’agricoltura biologica, le misure per i giovani e l’attenzione per Expo 2015”.

 

          Il semestre di presidenza italiana ci consegna l’opportunità di intervenire su alcune questioni fondamentali per l’agricoltura, come l’adozione di nuove e più efficaci misure per favorire l’accesso dei giovani nel settore. Altro aspetto importante è la possibilità di rivedere le norme che regolano il settore dell’agricoltura biologica. Così la Cia-Confederazione italiana agricoltori commenta la presentazione da parte dell’Italia all’odierno Consiglio dei ministri europeo delle priorità nel semestre di presidenza.

          Apprezziamo -aggiunge la Cia- il programma del ministro Martina, a cui vanno i nostri auguri per questa nuova avventura in sede europea, e le priorità indicate dalla presidenza italiana, sia per la centralità di Expo 2015 e per la sicurezza alimentare, sia per i dossier legislativi, che entrano nel vivo in questa fase.

          Nell’ambito della riforma della legislazione sul biologico -sottolinea la Cia- è importante garantire delle regole chiare e forti per diversificare il settore biologico da quello convenzionale, innalzando così la fiducia dei consumatori per un comparto in grande crescita anche e soprattutto nel nostro Paese.

          Ottima -conclude la Cia- la volontà di approfondire la questione dei giovani agricoltori e riflettere sui possibili strumenti che integrino quelli già presenti nel primo e nel secondo pilastro della nuova Politica agricola comune.

 

 

 

______________________________________
Settore Comunicazione e Immagine
CIA- Confederazione italiana agricoltori
Via Mariano Fortuny, n. 20
00196-ROMA
Tel. 06-32687100/06-32687104/06-32687108
Fax 06-3208364
E-mail: cia.informa@cia.it

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl