COMUNICATO STAMPA: SCUOLA SENZA ZAINO

Allegati

27/set/2014 11:15:01 ufficio stampa casentino Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


MONTEMIGNAIO: SCUOLA SENZA ZAINO A MISURA DI BAMBINO

Per il Sindaco Mugnaini si tratta di una scuola di eccellenza in cui l’amministrazione crede fortemente e continua a intervenire con proprie risorse

A Montemignaio come negli altri comuni del Casentino la scuola è ricominciata, ma con una particolarità: si va a scuola senza zaino.
E’ proprio così, dal 2006 nel paese va avanti un progetto che coinvolge tutti i bambini della scuola dell’infanzia e primaria. Il progetto “Senza Zaino- per una scuola comunità” prende il via dalla proposta di eliminare lo zaino, in quanto occasione per ripensare all’esperienza scolastica. Togliere lo zaino significa partire da un oggetto, per lanciare la sfida di un rinnovamento globale.
“Confermo �“ ha sottolineato il Sindaco di Montemignaio, Massimiliano Mugnaini - la validità della scelta del progetto della scuola senza zaino, un’eccellenza e un’opportunità per tutti. Mantenere un servizio così importante come la scuola in montagna significa garantire un futuro a questi piccoli territori. L’amministrazione crede fortemente nell'importanza della formazione scolastica per fare dei propri figli dei cittadini del futuro è per questo che interviene in prima persona con proprie risorse, fornendo alla famiglia un aiuto concreto”.
Infatti il comune fornisce agli studenti libri, penne, quaderni e tutti i vari accessori che servono per la scuola. La mensa dal costo di 2,50 € al giorno, è preparata integralmente presso la cucina della struttura da una cuoca e non presenta alimenti precotti. E’ attivo un servizio di scuolabus, costo 12,50 € al mese, che preleva i bambini la mattina e li riporta al pomeriggio. Il comune, inoltre compartecipa con fondi propri al tempo pieno che è attivo sia per la scuola dell’infanzia che per la primaria con un orario scolastico che va dalle 8 alle 16. La scuola è inoltre dotata di un ampio giardino recintato e con la disponibilità nelle vicinanze di campino da calcio.
Il progetto si fonda sull’offerta di un ambiente scolastico strutturato su misura, dotato di arredi materiali e didattici funzionali a stimolare la creatività dei bambini. Le aule sono suddivise in spazi comuni, laboratori, non ci sono più i banchi, ma tavoli attorno ai quali lavorano più ragazzi. L’insegnante ha il compito di facilitatore e osservatore: non esiste più la cattedra. Insomma un piccolo paradiso dove si impara a diventare grandi, a rispettare gli altri e le cose degli altri, a condividere tempi e responsabilità.

Ufficio stampa Unione dei Comuni Montani del Casentino
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl