Inflazione, Cia: il vero problema sono i prezzi alimentari all'origine, riequilibrare i rapporti di filiera

Inflazione, Cia: il vero problema sono i prezzi alimentari all'origine, riequilibrare i rapporti di filiera.

Persone Dino Scanavino
Luoghi Europa
Organizzazioni ISTAT, Unione Europea, CIA
Argomenti economia, commercio, agricoltura

22/feb/2016 16.19.15 Confederazione italiana agricoltori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Inflazione: il vero problema sono i prezzi alimentari all’origine, bisogna riequilibrare i rapporti di filiera

 

La Cia commenta i dati diffusi oggi dall’Istat: “Le quotazioni sui campi spesso non coprono neppure i costi di produzione e crescono le difficoltà del settore primario. E’ necessario riconoscere il ruolo centrale della componente agricola e trasferirle le variazioni positive che si registrano al consumo”.

 

A gennaio il carrello della spesa alimentare diminuisce dello 0,2% congiunturale mentre, su base annua, si allinea all’andamento generale dell’inflazione (+0,4%), per effetto soprattutto del calo dei prezzi dei prodotti non trasformati che, rispetto al mese di dicembre, cedono mezzo punto percentuale e a livello tendenziale subiscono un brusco rallentamento della crescita (+0,6% da +2,3%). In particolare, a influenzare la dinamica, sono stati i listini alla vendita degli ortaggi che hanno mostrato un andamento decrescente sia nell’ultimo mese (-2%) sia rispetto al mese di gennaio 2015 (-2,7%). È quanto emerge da un’analisi dell’Ufficio Studi della Cia-Agricoltori Italiani sulla base delle ultime rilevazioni sui prezzi al consumo diffuse oggi dall’Istat.

“Nonostante su base mensile siano diminuiti -ha commentato il presidente nazionale della Cia Dino Scanavino- in chiave tendenziale i prezzi al consumo dei beni alimentari continuano a salire, mentre quelli all’origine corrisposti agli agricoltori hanno perso solo a dicembre il 2,5% e spesso non coprono più nemmeno i costi di produzione. La situazione di difficoltà che sta interessando il settore primario è ormai sempre più diffusa, tanto da essere stata certificata anche dall’Europa durante l’ultimo Consiglio Ue dei ministri dell’Agricoltura”.

Ecco perché “è necessario procedere al riequilibrio dei rapporti di filiera -ha evidenziato Scanavino- al fine di riconoscere il ruolo centrale della componente agricola e di trasferire su di questa le variazioni positive che si registrano nella fase al consumo”.       

 

 

 

______________________________________
Logo Cia New-01

Settore Comunicazione e Immagine
CIA- Confederazione italiana agricoltori
Via Mariano Fortuny, n. 20
00196-ROMA
Tel. 06-32687100/06-32687104/06-32687108
Fax 06-3208364
E-mail: cia.informa@cia.it

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl