Cooperazione, la Cia sigla convenzione con agricoltori del Camerun: "Sostegno ai piccoli produttori locali"

Cooperazione, la Cia sigla convenzione con agricoltori del Camerun: "Sostegno ai piccoli produttori locali".

Persone Claudio Guccinelli, Esoh Elamè, Cristina Chirico, Roberto Colaminè, Timothy Waindim, Helen Nchangnwi, Dino Scanavino
Luoghi Roma, Italia, Africa, Padova, Camerun
Organizzazioni NWCA, CIA
Argomenti agricoltura, economia, impresa

24/feb/2016 10.13.48 Confederazione italiana agricoltori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Cooperazione, la Cia sigla convenzione con agricoltori del Camerun: “Sostegno ai piccoli produttori locali”

 

Il presidente nazionale Dino Scanavino incontra a Roma presidente e direttore della NWCA, cooperativa camerunense a cui aderiscono oltre 35 mila piccoli agricoltori che producono principalmente caffè e cacao: “Con questo accordo avviamo iniziative di collaborazione e formazione in progetti per lo sviluppo sostenibile. Obiettivo: migliorare le condizioni della popolazione del Paese africano”.

 

            Promuovere iniziative di collaborazione e formazione in progetti di cooperazione allo sviluppo agricolo e rurale in Camerun, finalizzate alla diffusione di pratiche colturali a basso impatto ambientale, alla differenziazione produttiva e soprattutto al sostegno tecnico alle famiglie agricole locali. E’ questo l’obiettivo della convenzione siglata oggi, a Roma nella sede nazionale della Cia, tra il presidente della Confederazione Agricoltori Dino Scanavino e la presidente e il direttore della Cooperativa di piccoli agricoltori camerunensi NWCA, rispettivamente Helen Nchangnwi e Timothy Waindim.

            Alla NWCA (North West Cooperative Association) aderiscono oltre 35 mila piccoli agricoltori che producono principalmente caffè (miscela Arabica e Robusta) e cacao (prevalentemente biologico) su terreni tra i 1.200 e i 2.200 metri sul livello del mare. La cooperativa opera in una vasta area nord-occidentale del Camerun.

            Con Scanavino, erano presenti alla firma della convenzione il ministro plenipotenziario Roberto Colaminè (DG Cooperazione MAE Capo Ufficio Aiuto allo sviluppo a favore dell’Africa subsahariana), la responsabile dell’Ufficio Internazionale della Cia Cristina Chirico, il professor Esoh Elamè dell’Università di Padova  e il direttore di Ases (l’Ong di riferimento della Confederazione) Claudio Guccinelli.

            “Si tratta di un accordo che da una parte serve a rafforzare i rapporti agricoli tra Italia e Camerun -ha spiegato il presidente della Cia- dall’altro vuole operare per costruire una prospettiva economica stabile alle popolazioni del Sud del mondo. E nessun settore può farlo come l’agricoltura, a maggior ragione se è un’agricoltura improntata allo sviluppo sostenibile valorizzando la biodiversità”.

 

______________________________________
Logo Cia New-01

Settore Comunicazione e Immagine
CIA- Confederazione italiana agricoltori
Via Mariano Fortuny, n. 20
00196-ROMA
Tel. 06-32687100/06-32687104/06-32687108
Fax 06-3208364
E-mail: cia.informa@cia.it

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl