COMUNICATO STAMPA SNRC - SINDACATO NAZIONALE RAGIONIERI E COMMERCIALISTI

Al contrario, il nostro obiettivo è di accreditarci presso le istituzioni come interlocutore propositivo, capace di mettere in tavola proposte concrete, come dimostra la presentazione alle Commissioni riunite Giustizia e Attività produttive della Camera dei deputati, sotto la sigla Confprofessioni (Confederazione Sindacale Italiana Libere Professioni), di un elenco di 15 emendamenti da apportare al disegno di legge relativo alla Riforma delle Professioni, presentato al Ministero della Giustizia e approvato in Consiglio dei Ministri nel dicembre 2006".

24/lug/2007 13.30.00 SNRC Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

INFORMAZIONI PER LA STAMPA


Rapporti Fisco e Contribuenti e Statuto del Contribuente

 

IL SENATO APRE LE PORTE AL SINDACATO NAZIONALE DEI RAGIONIERI E COMMERCIALISTI

 

Il SNRC a Palazzo Madama per un’audizione presso la VI Commissione Finanze e Tesoro del Senato della Repubblica. Al centro della relazione le proposte dei ragionieri e dei commercialisti per una semplificazione degli adempimenti fiscali.

 

Roma, 24 luglio 2007 – Approda al Senato l’intensa attività del SNRC sul fronte dell’agevolazione degli adempimenti fiscali e della Riforma delle Professioni. Il Sindacato Nazionale dei Ragionieri e Commercialisti ha illustrato alla VI Commissione Finanze e Tesoro del Senato le difficoltà che affliggono la categoria, fornendo così un’anticipazione dei temi che saranno affrontati al convegno annuale previsto a Pisa il prossimo 5 ottobre.

 

Già nel corso dello scorso mese di maggio, la delegazione politica del SNRC aveva avuto modo di incontrare il Presidente della Commissione Finanze del Senato e rappresentanti del Ministero dell’Economia per presentare le proprie istanze e affrontare una serie di tematiche calde, quali gli adempimenti relativi agli elenchi clienti-fornitori, l’invio telematico delle dichiarazioni entro il 30 settembre,  la gestione del credito Irpef, le scadenze di agosto e altre ancora.

 

A testimonianza della costante attività di tutela dei contribuenti è opportuno sottolineare che in aprile il SNRC aveva inviato al Ministro Padoa Schioppa e all’attenzione del Vice-ministro Visco e dei Presidenti delle Commissioni Finanze dei due rami del Parlamento Benvenuto e Del Mese una richiesta di proroga del termine fissato al 31 luglio per la scadenza dell’invio telematico delle dichiarazioni fiscali e degli studi di settore. Una richiesta motivata dall’esigenza di tempi adeguati per l’accurata individuazione e lo sviluppo delle dichiarazioni, in palese contrasto con la previsione di termini troppo ristretti, in considerazione della complessità e numerosità degli adempimenti in vigore.

 

“Attraverso la nostra azione – afferma il Rag. Ezio Maria Reggiani, Presidente del SNRC -  desideriamo aderire alla protesta messa in atto dalle associazioni dei dottori commercialisti e dei ragionieri per rendere pubblico il malcontento della categoria, senza con questo limitarci a una  semplice denuncia delle criticità. Al contrario, il nostro obiettivo è di accreditarci presso le istituzioni come interlocutore propositivo, capace di mettere in tavola proposte concrete, come dimostra la presentazione alle Commissioni riunite Giustizia e Attività produttive della Camera dei deputati, sotto la sigla Confprofessioni (Confederazione Sindacale Italiana Libere Professioni), di un elenco di  15 emendamenti da apportare al disegno di legge relativo alla Riforma delle Professioni, presentato al Ministero della Giustizia e approvato in Consiglio dei Ministri nel dicembre 2006”.

 

Un tema strategico e di amplissimo respiro quello della Riforma delle Professioni, che va dal riordino dell’accesso alle professioni intellettuali, alla riorganizzazione degli ordini, albi e collegi, fino a toccare la normativa dell’istruzione secondaria superiore e universitaria.

 

Contributi come quello portato al Senato dal SNRC fanno riferimento al ruolo delle professioni in relazione alla cosiddetta “strategia di Lisbona”, il cui obiettivo è quello di favorire la transizione verso un’economia competitiva, dinamica e fondata sulla conoscenza, incoraggiando la ricerca, l’istruzione e la formazione, che costituiscono il “triangolo dell’innovazione”.

 

Alla luce di questi scenari, si preannuncia di grande interesse il IV Convegno Nazionale Organizzato dal SNRC per il prossimo 5 Ottobre, che vedrà riuniti allo stesso tavolo i rappresentanti del mondo politico, delle associazioni e dei consumatori, per dibattere in maniera costruttiva sull’insieme di queste tematiche, focalizzandosi in particolare proprio sulla Riforma delle Professioni e sul “IV Pacchetto Professioni”, documento elaborato dal Sindacato che ne sintetizza riflessioni e proposte oltre a illustrarne le attività.

 

 

 

 

 

SNRC in breve

Il SNRC, fondato nel 1950, è l'organizzazione sindacale federativa dei ragionieri commercialisti, che si propone la tutela dei comuni interessi professionali ed economici e determina l'indirizzo politico di categoria. Il sindacato promuove, coordina e integra l'attività degli organismi aderenti, attua tutte le iniziative nel campo culturale, tecnico, amministrativo, assistenziale e previdenziale che interessano la categoria e studia i problemi della categoria esercitando la propria azione presso gli organi dello Stato, Enti pubblici o Privati, collaborando con essi nell'elaborazione di nuove leggi o regolamenti al fine di valorizzare l'attività del ragioniere commercialista.

Formano il SNRC, che rappresenta l’intera categoria dei ragionieri collegiati, i sindacati, le unioni, le associazioni e comunque tutte le aggregazioni di ragionieri commercialisti iscritti agli Albi degli esercenti la libera professione di Ragioniere e Perito commerciale, con strutture circoscrizionali,provinciali,regionali che vi aderiscono, denominati “organismi aderenti”.

Per ulteriori informazioni:

Ufficio Stampa SNRC

……………………………………….

Alessandro Manzella


CONNEXIA
 
Connexia S.r.l.
Via Leopardi 2 - 20123 MILANO
Tel. + 39 02 8135541 - Fax + 39 02 89180056
mailto: alessandro.manzella@connexia.com
http://www.connexia.softpeoplegroup.it
Questo messaggio è destinato alle sole persone indicate e può contenere informazioni riservate.
Se ricevuto per errore, si prega di avvisare immediatamente il mittente e cancellare l'originale.
Ogni altro uso del messaggio è vietato.
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl