comunicato stampa - le Trame delle Dee

31/ago/2007 09.49.00 Casalecchio delle Culture Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Le Trame delle Dee

Le dee: donne immigrate portatrici di simboli di non violenza. Le trame: l’intreccio di fili su un telaio ma allo stesso tempo intreccio di relazioni. La Casa della Conoscenza ospita una mostra di manufatti e artigianato artistico di donne maghrebine e del Medio Oriente. Inaugurazione sabato 1 settembre con la distribuzione del pane della pace, dolci orientali e the alla menta.

Dall’1 al 9 settembre, la Casa della Conoscenza – Spazio Espositivo La Virgola di Casalecchio di Reno (via Porrettana, 360) ospita “Le trame delle Dee”, mostra di manufatti di donne del Maghreb e del Medio Oriente. Saranno esposti ricami, tappeti, ceramiche e gioielli prodotti a mano secondo antiche tecniche non ancora contaminate.

I ricami e i tappeti esposti sono prodotti da donne marocchine di origine araba e berbera e da donne irachene immigrate a Bologna. I cestini e le terre cotte sono tunisini, i cuscini a punto croce sono palestinesi prodotti a Betlemme, mentre i gioielli berberi arrivano direttamente da Tznit (Marocco) cittadina a 70 km da Agadir, famosa per la sua produzione di gioielli e tappeti. Lavorati in argento riproducono simboli arcaici della grande dea e sono tipici regali di nozze per la sposa.
 
La mostra, che inaugura sabato 1 settembre alle 18 con distribuzione del pane della pace, dolci orientali e the alla menta, resterà aperta tutti i giorni (domenica compresa) dalle 16.30 alle 19.00.

Numerosi, inoltre, gli appuntamenti in programma: venerdì 7 settembre, alle 17, incontro  con le donne di Annassim e dialoghi sul tema “Cultura della non violenza come retaggio della Dea” attraverso dimostrazioni pratiche di tessitura con telaio a mano; sabato 8 e domenica 9, sempre a partire dalle 17, Laboratorio di ceramica aperto a tutti ” l’albero degli alfabeti“, con Fatiha Morchid, ceramista originaria di Casablanca, che ci guiderà alla produzione di lettere dell’alfabeto arabo in ceramica e altri materiali naturali.

I manufatti in esposizione, tappeti e tutti i prodotti dell’antica arte della tessitura, decorazioni con l’henné e gioielli indossati dalle donne, parlano un linguaggio ancestrale. Un linguaggio fatto di simboli e grafismi per noi molto difficile decifrare, segni elaborati migliaia di anni fa, quando le popolazioni mediterranee adoravano la Dea Madre o la Madre Terra, e tramandati di madre in figlia, di tessitrice in tessitrice, di cerimonia in cerimonia senza perdere in densità e profondità. In essi si riconoscono simboli legati ai concetti  di fecondità (della terra come della donna) e di buon auspicio: la spiga, l’acqua del fiume, l’albero, la madre partoriente, la stella di Venere (Isthar in berbero). Elementi di un immaginario arcaico che le stesse tessitrici che li riproducono, ricombinandoli all’infinito nei tappeti, non riconoscono ormai più, ma anche simboli di un universo magico-superstizioso che ancora sopravvive nelle campagne, come l’occhio e la mano in difesa del malocchio o la stilizzazione dello scorpione e del serpente in funzione esorcizzante del pericolo.

La mostra è organizzata dall’Associazione "La bottega della creta" in collaborazione con “Annassim. Donne native e migranti delle due sponde del Mediterraneo” e “Sopra i ponti”. Per informazioni tel. 347 318 5823.


In allegato il comunicato stampa in versione stampabile. Immagini e fotografie sono disponibili sul sito www.casalecchiodelleculture.it in Sala Stampa. Saluti


Mattia Grillini
Ufficio Stampa e Relazioni Esterne
Casalecchio delle Culture
Istituzione dei servizi culturali del Comune di Casalecchio di Reno
Via dei Mille 9 - 40033 Casalecchio di Reno (Bo)
Tel. Ufficio  051 598268
Cell.  347 7433398
mgrillini@comune.casalecchio.bo.it
info@casalecchiodelleculture.it



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl