comunicato stampa - Politicamente Scorretto 2007

13/nov/2007 19.50.00 Casalecchio delle Culture Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Politicamente Scorretto 2007

La sfida dei giovani alle mafie. Questo il tema centrale della terza edizione della rassegna ideata dall’Istituzione Casalecchio delle Culture in collaborazione con Carlo Lucarelli. Dibattiti, testimonianze, incontri, proiezioni, mostre, bookshop. 23-24-25 novembre alla Casa della Conoscenza di Casalecchio di Reno (Bo) e in diretta video su www.politicamentescorretto.org

Casalecchio di Reno (BO) 23,24,25 novembre 2007. Ritorna Politicamente Scorretto, la rassegna ideata e realizzata da Casalecchio delle Culture (Istituzione dei Servizi culturali del Comune di Casalecchio di Reno) in collaborazione con Carlo Lucarelli. Una sfida civile che esplora i troppi capitoli bui della storia della nostra Repubblica: scrittori, giornalisti, magistrati, testimoni a confronto per riflettere e “indagare” sui misteri d’Italia.

Giunta alla sua terza edizione, forte del grande interesse riscontrato nelle passate edizioni (quasi 5000 presenze complessive) anche quest’anno Politicamente Scorretto continua e amplia la sua sfida: una manifestazione che lancia il suo grido per non dimenticare a tutto il resto d’Italia, da nord a sud, i troppi misteri, le morti impunite, le stragi senza mandanti. E lo fa attraverso l’unica arma degna di una società civile: la cultura. Letteratura, cinema, mostre, offriranno lo spunto per la discussione e la riflessione. Per arrivare a comprendere quello che serve per poter ricordare.

ALTA CIVILTÀ. LA SFIDA DEI GIOVANI ALLE MAFIE

In questa edizione, grazie alla collaborazione con “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” e Avviso Pubblico, verrà riservata un’attenzione particolare alla lotta alla criminalità organizzata, a cui sarà dedicata una sezione speciale della rassegna: “Alta Civiltà. La sfida dei giovani alle mafie”. Infiltrazioni mafiose al Nord Italia, Informazione e mass media, giovani e donne che sfidano le mafie. Questi i temi sui quali si confronteranno, tra gli altri, Don Luigi Ciotti, Rita Borsellino, Gherardo Colombo, Francesco Forgione e il Procuratore Nazionale Antimafia Piero Grasso.

Testimonianze importanti, inoltre, arriveranno da parte di chi è impegnato in prima linea nella lotta alle mafie e che ha vissuto e vive sulla propria pelle il peso delle minacce: da quella di Lirio Abbate (cronista dell’ANSA di Palermo, unico giornalista presente sul luogo al momento della cattura del boss Bernardo Provenzano e il primo a redigere la notizia con tutti i particolari del blitz, sotto scorta da maggio perché oggetto di intimidazioni) a quella di Pina Grassi, vedova dell’imprenditore Libero Grassi.

Insieme a loro ci saranno anche tante ragazze e ragazzi protagonisti di una lotta che non deve essere solo del Sud, ma di tutto il Paese. Testimonianze ancora più importanti alla luce dei recenti punti segnati a favore della lotta alle mafie: l’arresto del boss Salvatore Lo Piccolo e la straordinaria partecipazione di pubblico al Teatro Biondo di Palermo al convegno su mafia e racket.

Alle scuole superiori, inoltre, è dedicato l’appuntamento di venerdì 23, ore 9.00, con Terre di Libertà. Dai Beni confiscati alle mafie un’occasione di lavoro per i giovani.

LA LETTERATURA INDAGA I GIALLI DELLA POLITICA


Ma Politicamente Scorretto non si ferma qui. “La letteratura indaga i gialli della politica”: questo il titolo  dell’altra anima della rassegna. Spazio ai protagonisti della scena letteraria italiana che, insieme a Carlo Lucarelli, si interrogheranno su memoria, storia e mistero: tre elementi che nel nostro Paese marciano sovente uniti e i cui meccanismi sono spesso di potere e corruzione. Elementi  - tuttavia - che possono essere analizzati con il giallo che in Italia sta rilanciando il romanzo d’indagine sociale. Mettere in scena questi meccanismi significa riflettere su come l’immaginazione e la fantasia riescano a metterli insieme. E questo consente di riflettere sulla storia. Laddove si esaurisce il compito dei magistrati – infatti - tocca agli scrittori elaborare queste dinamiche.

Lo scopo degli incontri e dei dibattiti è proprio questo: mettere assieme alcuni degli autori più significativi, confrontare la letteratura di genere con settori vicini come quello dell’inchiesta giornalistica e giudiziaria, cercando di scoprire se il “giallo” sia davvero e fino a che punto “politicamente scorretto”.

Tra gli ospiti Marco Vichi, Valerio Varesi, Luigi Bernardi, Marco Bettini, Grazia Verasani e gli autori di “Scacco al Re”, la docu-fiction sulla cattura di Bernardo Provenzano, che per l’occasione presenteranno la nuova versione del film. Nell’ambito di questa sezione, inoltre, verrà dedicato un focus speciale alla Strage della Stazione di Bologna, per analizzare i troppi interrogativi rimasti ancora aperti a ventisette anni di distanza. In attesa che la verità giudiziaria e quella storica coincidano.


LA MOSTRA: CAPSULA PETRI, OVVERO LA SCIENZA AL SERVIZIO DELL’INDAGINE POLIZIESCA

19 novembre – 1 dicembre, Il Punto Spazio Espositivo, via Cavour 4, Casalecchio di Reno.

Rotonda, piatta, bassa, trasparente, con coperchio, la Capsula petri è lo strumento simbolo dei laboratori biologici e chimici di tutto il mondo. Camaleontica, è una piccola scatola che a seconda delle circostanze diventa la culla in cui, sotto la lente della scienza, i microrganismi crescono, trovano cibo e riparo, ma anche il contenitore che accoglie campioni, coloranti, reagenti pronti per essere utilizzati.

Ora Capsula Petri è anche una mostra. Una mostra che prende spunto dalla vasta serie di telefilm e fiction, che ci propone il piccolo schermo, dove protagonista è l’indagine poliziesca di taglio scientifico. Fiction che, avvalendosi – generalmente - di ottime sceneggiature, attori famosi e plot avvincenti, risvegliano negli spettatori quei meccanismi di ragionamento, comprensione e logica tipici del giallo.

L’obiettivo di Capsula petri è raccontare il dietro le quinte del delitto e del mistero attraverso un percorso che vuole essere – in primo luogo - didattico conoscitivo piuttosto che spettacolare, allo scopo di dare risalto all’enorme importanza che hanno gli strumenti e gli uomini della polizia scientifica nella risoluzione di crimini e delitti e, nel contempo, fornire un percorso multi-disciplinare sull’applicazione delle singole scienze.

POLITICAMENTE SCORRETTO IN DIRETTA

Obiettivo primario di Politicamente scorretto è permettere lo scambio libero e democratico di opinioni ed interpretazioni sui cosiddetti “misteri d’Italia” per rafforzare la memoria di quegli eventi e contribuire alla conoscenza da parte dei giovani della nostra storia più recente. Per questa ragione le tre giornate di Politicamente Scorretto 2007 saranno trasmesse in diretta video sul sito www.politicamentescorretto.orggrazie alla collaborazione del Consorzio Interuniversitario Cineca.  Sul sito, inoltre, sono già a disposizione anche gli archivi delle edizioni 2005 e 2006.

In occasione della giornata conclusiva di Politicamente Scorretto, inoltre, Libera Radio organizza una lunga maratona radiofonica di voci contro le mafie. Si tratta di un evento speciale che trasmetterà in diretta tutti gli incontri che si terranno domenica 25 novembre e racconterà l'evento attraverso interviste, servizi e collegamenti realizzati dalla redazione di Libera Radio. La trasmissione sarà ascoltabile a Bologna sulle frequenze di Città del Capo – Radio Metropolitana e in tutta Italia sul sito di Libera Radio (www.liberardio.it), la web radio d'informazione contro le mafie nata, circa due mesi fa a Bologna, dalla collaborazione tra Città del Capo e Libera, associazioni, nomi e numeri contro le mafie.

ALTRI EVENTI

In programma, infine, un fitto calendario di iniziative, a cominciare dalle mostre. Oltre a Capsula Petri, da segnalare “La Mafia restituisce il maltolto”, mostra sui beni confiscati alle mafie (a cura di Libera) e

“Il Giornalismo che non muore”, in collaborazione con il Premio Ilaria Alpi: 17 storie di giornalisti, con idee diverse e in periodi storici lontani fra loro, che hanno in comune la denuncia, l'analisi e l'indagine sui mali del loro tempo. Un giornalismo di frontiera per cui hanno rischiato, e perso, la vita.  Durante la rassegna, inoltre, sarò aperto un bookshop tematico -  con un’offerta particolarmente ricca di titoli sul giallo politico, sulle mafie, sul giornalismo d’inchiesta e sulle altre tematiche affrontate nella tre giorni di rassegna – e l’esposizione mercato dei prodotti di Libera Terra.


INFO

Tel. 800.011.837 – 051.598268
www.politicamentescorretto.org



Il programma completo della rassegna, immagini e altre informazioni sono a disposizione nell'apposita Sala Stampa sul sito www.politicamentescorretto.org.

Cordialmente,

Mattia Grillini
Ufficio Stampa Politicamente Scorretto
Casalecchio delle Culture
Istituzione dei servizi culturali del Comune di Casalecchio di Reno
Via dei Mille 9 - 40033 Casalecchio di Reno (Bo)
Tel. Ufficio  051 598268
Cell.  347 7433398
mgrillini@comune.casalecchio.bo.it
info@casalecchiodelleculture.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl