può

può Latte, mobilitati gli allevatori: non si può produrre in perdita La Cia pronta a riavviare la trattativa ma a determinate condizioni Disponibilità a riprendere il negoziato.

06/giu/2008 14.10.00 Confederazione italiana agricoltori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Latte, mobilitati gli allevatori: non si può produrre in perdita
La Cia pronta a riavviare la trattativa ma a determinate condizioni
 
Disponibilità a riprendere il negoziato. Si deve tenere però conto delrecupero dei costi produttivi sostenuti dalle imprese zootecniche e di unprezzo alla stalla più equo.
 
Gli allevatori italiani non possono più produrre in perdita. I costi perle imprese sono divenuti insostenibili, mentre il prezzo del latte allastalla non è più remunerativo. Per questo motivo la Cia-Confederazioneitaliana agricoltori è mobilitata sul territorio, ma è anche aperta aduna pronta ripresa delle trattative con la parte industriale al fine diarrivare ad un adeguato accordo.
            Lasituazione attuale -avverte la Cia- è difficile. Gli allevatori sonoormai in ginocchio, schiacciati dai costi produttivi. I prezzi di mangimie gasolio sono arrivati alle stelle. In un anno i mangimi sono cresciutiin media del 21,3 per cento, mentre i prodotti petroliferi hannoregistrato un aumento di circa il 7 certo.
            Di quil’esigenza -sottolinea la Cia- di un prezzo alla stalla più remunerativodi quello attuale (in media 40 centesimi al litro, ma alcune industriepagano meno di 37 centesimi). Occorre, pertanto, che il confronto tra leparti riprenda il più presto possibile. E in quest’ottica lascia bensperare la disponibilità mostrata dall’Assolatte in Lombardia (regionedove si produce il 40 per cento del latte italiano).
            LaCia, d’altra parte, è impegnata per un rapporto interprofessionalestabile e costruttivo, ma la ripresa del negoziato deve tenere conto siadel recupero dei costi produttivi sostenuti dagli allevatori, sia di unprezzo alla stalla più equo, sia  di un meccanismo di adeguamentorispetto agli andamenti del mercato.
            Almomento, comunque, la mobilitazione della Cia resta in attesa di unaschiarita che permetta di riavviare le trattative in modo da giungere adun soddisfacente accordo di filiera.
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl