BRACCIANO: DA PROVINCIA 42MILA 900 EURO PER BIBLIOTECA E ARCHIVIO STORICO

20/giu/2008 11.49.00 Ufficio Stampa Comune di Bracciano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
I fondi sono destinati all’ampliamento del patrimonio documentale, all’acquisto di arredi e attrezzature informatiche.
Sala, Finanziamento che testimonia la positiva collaborazione con gli enti pubblici sovra-comunali per la validità del lavoro svolto

Ammonta complessivamente a 42mila 984 euro, lo stanziamento da parte della Provincia di Roma per la Biblioteca e l’Archivio Storico di Bracciano. Uno stanziamento dedicato in gran parte al potenziamento dei servizi della Biblioteca di Piazzale Pasqualetti, ai sensi della Legge regionale n. 42/87. In particolare, 3.620 euro sono destinati all’ampliamento del patrimonio documentale della biblioteca; 31.215 euro all’acquisto di arredi per gli spazi di attività dedicati ai ragazzi e 6.149 euro per attrezzature informatiche. I restanti 2.000 euro, invece, sono destinati all’acquisto di attrezzature informatiche per l’achiviazione e la catalogazione dei documenti ospitati presso l’Archivio Storico di Piazza Mazzini.

“Esprimo viva soddisfazione per questo importante finanziamento erogato dalla provincia di Roma che testimonia la positiva collaborazione con gli enti pubblici sovra-comunali”. Questo il commento del Sindaco di Bracciano, Giuliano Sala, che aggiunge: “Una collaborazione che si basa sul riconoscimento della validità del lavoro concretamente svolto in questi mesi e non sulla mera affinità politica”.

La Biblioteca, infatti, offre diversi servizi e attività, che coinvolgono adulti e ragazzi, contando su un patrimonio di oltre 17mila documenti (tra volumi, dvd, cd audio e cd-rom),. con una superficie di 760 mq, totalmente accessibile alle persone diversamente abili.

L'Archivio Storico, invece, occupa quasi tutto il primo piano dell’ex convento degli Agostiniani ed è composto da diversi ambienti, fra cui una sala conferenze da 60 persone che, assieme ai grandi corridoi che corrono attorno al Chiostro, costituiscono degli spazi preziosi per esposizioni, mostre temporanee ed eventi culturali di diversa natura. Il materiale documentario, ordinato e inventariato negli anni 1979-1980 a cura della Fondazione Olivetti e del Centro di Ricerche per la Storia dell’Alto Lazio, sotto il controllo della Sovrintendenza Archivistica per il Lazio, copre un arco temporale che va dal 1541 (la pergamena più antica, cui se ne affiancano altre due, rispettivamente, del 1556 e del 1578) arrivando fino al 1965.

Bracciano, 20 giugno 2008

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl