Trenta milioni di euro per sviluppare energia fotovoltaica nelle imprese agricole

Trenta milioni di euro per sviluppare energia fotovoltaica nelle imprese agricole Trenta milioni di euro per sviluppare energia fotovoltaica nelle imprese agricole In occasione della seconda Conferenza economica, la Cia e la Banca della Nuova Terra Spa hanno firmato un protocollo d'intesa per favorire lo sviluppo di questa energia alternativa nelle campagne.

21/giu/2008 11.20.00 Confederazione italiana agricoltori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Trenta milioni di euro per sviluppare

energia fotovoltaica nelle imprese agricole

 

In occasione della seconda Conferenza economica, la Cia e la Banca della Nuova Terra Spa hanno firmato un protocollo d’intesa per favorire lo sviluppo di questa energia alternativa nelle campagne.

 

Trenta milioni di euro per finanziare l’installazione di pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica da parte delle aziende agricole. Questa la somma messa a disposizione degli agricoltori prevista dall’accordo siglato dalla Cia-Confederazione italiana agricoltori e la Banca della Nuova Terra Spa. La firma è avvenuta in occasione della seconda Conferenza economica della Cia che si tiene a Lecce.

L’accordo, che ha validità fino al 31 dicembre 2010 e potrà essere rinnovato, prevede procedure rapide e agevolazioni per le richieste di finanziamento da parte delle imprese agricole aderenti alla Cia.

Nel protocollo d’intesa si evidenzia l’importanza strategica delle fonti energetiche alternative, come quella dei pannelli fotovoltaici, che per le imprese agricole costituiscono una grande opportunità anche in termini di risparmio dei costi produttivi, che negli ultimi resi ancora più pesanti dai forti rincari del petrolio. Costi, come quelli del gasolio, che sono cresciuti in maniera notevole con riflessi negativi per la nostra agricoltura.

Nello scorso mese di aprile la “bolletta energetica” per l’agricoltura è, infatti, aumentata di circa il 7 per cento rispetto all’analogo periodo del 2007. Ma gli aumenti hanno inciso anche sui mangimi, i fertilizzanti, gli antiparassitari, le sementi. Un aggravio che nel primo quadrimestre dell’anno ha superato i 300 euro milioni di euro.

L’intesa tra Cia e Banca della Nuova Terra Spa rappresenta, quindi, un elemento importante e può spianare la strada dello sviluppo delle fonti alternative, come quella fotovoltaica, indispensabili per attenuare gli attuali costi di produzione e favorire nuovi investimenti.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl