Ue: l’approvazione del Trattato di Lisbonaconferma la scelta europeista dell’Italia

Si tratta di un atto importante che rafforza la sceltaeuropeista del nostro Paese": Così si è espresso il presidente nazionaledella Cia-Confederazione italiana agricoltori Giuseppe Politi per ilquale il voto, all'unanimità, di Montecitorio è un segno significativoche rafforza ulteriormente il processo di integrazione dell'Unioneeuropea.

31/lug/2008 16.00.00 Confederazione italiana agricoltori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Ue: l’approvazione del Trattato di Lisbona
conferma la scelta europeista dell’Italia
 
 
Il presidente della Cia Giuseppe Politi esprime soddisfazione per ilvoto all’unanimità della Camera. E’ stata proprio l’agricoltura ad aprirela strada dell’integrazione. Più forte il ruolo dell’Ue nel contestointernazionale.
 
“Non possiamo che esprimere tutta la nostra soddisfazione perl’approvazione definitiva del Trattato di Lisbona da parte della Cameradei Deputati. Si tratta di un atto importante che rafforza la sceltaeuropeista del nostro Paese”: Così si è espresso il presidente nazionaledella Cia-Confederazione italiana agricoltori Giuseppe Politi per ilquale il voto, all’unanimità, di Montecitorio è un segno significativoche rafforza ulteriormente il processo di integrazione dell’Unioneeuropea.
            “Conil Trattato di Lisbona -ha sottolineato Politi- l’Ue diventa ancora piùdemocratica ed efficiente, rafforzando i diritti dei cittadini e ilfunzionamento delle istituzioni, a cominciare dal Parlamento diStrasburgo in grado di rispondere alle esigenze dell’intera Europa e delsuo insostituibile ruolo di pace e di sviluppo a livello internazionale”.
“Da tempo -ha aggiunto il presidente della Cia- avevamo sollecitatol’approvazione, da parte del nostro Parlamento, del Trattato di Lisbona.E ciò a conferma del nostro impegno di convinti europeisti. D’altraparte, è stata proprio l’agricoltura, con la Conferenza di Messina del1955, ad aprire la strada alla creazione dell’area di libero scambio edal Trattato di Roma, uno dei cementi più solidi della costruzioneeuropea”.
“Mercato unico, moneta unica, sono scenari che gli agricoltori hannoincontrato ben prima dell’Unione economica e monetaria. Un primato per ilquale ci siamo sempre impegnati e ci siamo in ogni momento battuti controposizioni di conservazione e di difesa dell’esistente. Quindi, oggisalutiamo il voto parlamentare con orgoglio, consapevoli di una sceltagiusta e fortemente mirata alla crescita e al progresso economico ecivile”.
 
 
 
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl