ACCORDO COMUNE-ATER PER IL PASSAGGIO DI PROPRIETÀ DEGLI ALLOGGI EX IACP

Nei giorni scorsi, il Sindaco, Giuliano Sala, e il Direttore Generale dell'Azienda Territoriale per l'Edilizia Residenziale Pubblica (Ater), Fabrizio Urbani, hanno firmato l'atto notarile che sancisce il passaggio all'Ater della proprietà delle aree in cui sorgono le vecchie case popolari.

11/set/2008 18.28.57 Ufficio Stampa Comune di Bracciano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Interessate 119 famiglie che in futuro potranno acquistare la casa in cui vivono. Per il Comune previsti circa 338mila euro per saldo oneri di urbanizzazione e Ici arretrata.

Sala, Bracciano primo comune a siglare questa importante intesa

 

Nuovo importante risultato raggiunto dall’Amministrazione Comunale di Bracciano, in provincia di Roma. Nei giorni scorsi, il Sindaco, Giuliano Sala, e il Direttore Generale dell’Azienda Territoriale per l’Edilizia Residenziale Pubblica (Ater), Fabrizio Urbani, hanno firmato l’atto notarile che sancisce il passaggio all’Ater della proprietà delle aree in cui sorgono le vecchie case popolari. Un passo, questo, che consentirà all’azienda di poter vendere a prezzi agevolati gli appartamenti agli assegnatari, offrendo loro una preziosa opportunità. Nel dettaglio l’atto interessa 81 abitazioni a via Salvo D’Acquisto; 14 a piazzale Franco Formaggi e 24 a via Luigi Domenici, per un totale di 119 famiglie coinvolte.

 

Bracciano è il primo comune della provincia di Roma ha siglare un simile accordo”, spiega il Sindaco Sala che aggiunge: “L’intesa, resa necessaria in quanto non era stata perfezionata la cessione del diritto di superficie all’Ater, consentirà a molte famiglie di poter comprare la casa dove vivono da tanti anni e porterà dei vantaggi, in termini economici, anche per il Comune”.

 

L’accordo, infatti, prevede il pagamento al Comune di circa 40mila euro per il saldo degli oneri di urbanizzazione previsti dalla legge Bucalossi e non ancora versati dall’Ater; inoltre, non appena l’Azienda riceverà le prime offerte d’acquisto da parte degli inquilini, verserà, in forma rateale, 298mile euro per cinque anni di Ici arretrati. Un risultato molto positivo ottenuto grazie all’impegno del Vicesindaco e Assessore al Bilancio e Patrimonio, Liberato Cavini, che con grande determinazione e capacità ha interloquito con l'Ater e portato alla definizione dell'accordo.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl