DECENTRAMENTO: BRACCIANO (RM) , APPROVATO REGOLAMENTO CONSIGLI DI FRAZIONE E DI QUARTIERE

23/set/2008 12.02.13 Ufficio Stampa Comune di Bracciano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Sala, Realizzato strumento essenziale per potenziamento la partecipazione

Via libera del Consiglio comunale di Bracciano al regolamento per l’istituzione dei ‘Consigli di Quartiere e di Frazione’, organismi di decentramento e di partecipazione del territorio. Una decisione che accelera la realizzazione di un nuovo sistema di coinvolgimento dei cittadini nella gestione delle politiche pubbliche locali e che vede la cittadinanza come risorsa per l’Amministrazione pubblica.

Soddisfazione è stata espressa dal Sindaco di Bracciano, Giuliano Sala:“Abbiamo realizzato uno dei punti essenziali del nostro programma elettorale, adottando, in anticipo sugli altri Enti sovracomunali, uno strumento fondamentale per la realizzazione di un’efficacie politica di coinvolgimento dei cittadini e per l’affermazione di un nuovo modello di partecipazione del territorio. Una selta strategica - ha concluso il Primo Cittadino - che ci consentirà di affrontare al meglio le importanti sfide che attendono Bracciano”.

Il territorio comunale è stato diviso in 9 zone con caratteristiche omogenee che, attraverso il rispettivo Consiglio, avranno una rappresentanza istituzionale in rapporto costante con l’Amministrazione e quindi informata e interpellata sulla programmazione delle attività. I componenti dei consigli (che saranno 5 per quelli di Frazione e 7 per quelli di Quartiere) possono essere segnalati dai Comitati e dalle Associazioni formalmente costituiti e già esistenti sul territorio comunale o da gruppi di almeno 30 cittadini, residenti nella frazione o nel quartiere. Con un’apposita comunicazione del Sindaco, i cittadini e le associazioni saranno informate sui termini per la presentazione delle candidature che saranno poi vagliate e nominate dalla Giunta comunale.

Ogni ‘Consiglio di Frazione e di Quartiere’ durerà in carica per tutto il mandato dell’Amministrazione e sarà dotato di un presidente e di un’assemblea composta dagli abitanti della frazione o del quartiere. Per la loro attività i consiglieri non percepiranno alcun emolumento o rimborso economico.

“Dopo la modifica dello Statuto comunale necessaria per poter istituire i Consigli di ‘Frazione e di Quartiere’ - ha spiegato Lorenzo Avincola, Consigliere delegato alla Promozione della partecipazione dei cittadini, dei quartieri e delle frazioni - con il voto favorevole del Consiglio comunale si dà il via libera al regolamento che ne definisce la composizione e il funzionamento. Realizziamo uno dei punti più caratterizzanti del nostro programma elettorale - continua Avincola - che permetterà all’Amministrazione di procedere alla realizzazione del decentramento amministrativo, inaugurando un nuovo e più stretto dialogo con il territorio”.

Intanto, prosegue il processo per l’adozione del Bilancio Partecipativo, ormai vicino al suo termine. Infatti, sabato 27 settembre, alle ore 17, si terrà in piazza IV Novembre la ‘Terza Assemblea Cittadina per il Bilancio Partecipativo’, in cui verranno presentate le proposte ammissibili raccolte durante l'estate e verranno messe ai voti insieme alla nomina di un rappresentante per ognuno dei sei ambiti d’interesse selezionati (Arredo urbano e marciapiedi; Parchi e giardini pubblici; Illuminazione pubblica; Politiche sociali; Iniziative culturali; Realizzazione nuove strutture pubbliche dedicate alla partecipazione). Le proposte maggiormente votate, una volta discusse dall’Amministrazione e dai rappresentanti eletti, saranno realizzate. Un momento essenziale, quindi, in cui è importante ricevere l’adesione del più ampio numero di cittadini possibile, perché, come recita lo slogan del progetto, ‘partecipare è decidere’!

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl