Ici sui fabbricati rurali: verso un chiarimento

Ici sui fabbricati rurali: verso un chiarimento Ici sui fabbricati rurali: verso un chiarimento La Cia sottolinea che l'impegno assunto dal governo in Parlamento potrebbe risolvere un problema che avrebbe effetti fortemente negativi per le imprese agricole.

09/ott/2008 11.25.17 Confederazione italiana agricoltori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Ici sui fabbricati rurali: verso un chiarimento
 
La Cia sottolinea che l’impegno assunto dal governo in Parlamento potrebbe risolvere un problema che avrebbe effetti fortemente negativi per le imprese agricole.
 
La legittima protesta da parte del mondo agricolo, in particolare della Cia-Confederazione italiana agricoltori, ha ottenuto un primo risultato nella vicenda della tassazione Ici dei fabbricati rurali. Il governo, tramite il ministro per l'Attuazione del programma Gianfranco Rotondi, rispondendo ad un’interrogazione parlamentare alla Camera in materia dell’on. Siegfried Brugger, ha, infatti, annunciato che verranno compiuti i passi necessari per la ricerca della soluzione di un problema che potrebbe avere effetti fortemente negativi per le imprese agricole.
La Cia, che ha posto il tema all’attenzione delle forze politiche, auspica che gli impegni assunti in aula a Montecitorio dal governo si traducano, al più presto, in atti normativi tali da offrire un quadro di chiarezza per il futuro e di certezza per il passato.
La Cia ricorda come l’attribuzione di rendita ai fabbricati rurali non può comportare automaticamente l’assoggettamento all’Ici. Si tratterebbe di una doppia imposizione dal momento che l’impresa già paga il valore della rendita catastale attribuita ai fabbricati nell’ambito del reddito dominicale dei terreni.
 
 
 
 
 
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl