Capodanno: gli italiani consumeranno oltre 6.800 tonnellate di zamponi e cotechini (-0,5%)

Capodanno: gli italiani consumeranno oltre 6.800 tonnellate di zamponi e cotechini (-0,5%) Capodanno: gli italiani consumeranno oltre 6.800 tonnellate di zamponi e cotechini (-0,5%) Nonostante i rincari registrati dai prodotti alimentari, e soprattutto lo spauracchio "diossina", i tradizionali preparati a base di suino reggono sul fronte delle vendite.

29/dic/2008 11.43.29 Confederazione italiana agricoltori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Capodanno: gli italiani consumeranno
oltre 6.800 tonnellate di zamponi e cotechini (-0,5%)
 
Nonostante i rincari registrati dai prodotti alimentari, e soprattutto lo spauracchio “diossina”, i tradizionali preparati a base di suino reggono sul fronte delle vendite.
 
          A cavallo tra il 31 dicembre e il primo dell’anno, gli italiani consumeranno circa 6 mila 800 tonnellate tra cotechini e zamponi. E’ una stima della Cia-Confederazione Italiana Agricoltori che sottolinea come nei prossimi giorni sulle tavole “si brucerà” la quasi totalità della produzione nazionale di questi due prodotti tipici e tradizionali delle feste di fine d’anno. Nel dettaglio, i più venduti saranno lo Zampone e il Cotechino di Modena Igp, riconoscibili dal marchio di tutela europeo (caratteristico logo a cerchi concentrici gialli e blu con stelline), ma è altissima anche la richiesta, direttamente agli allevatori, per quelli artigianali.
            Dopo la ripresa del 2007 che rimontò il forte calo del 2005-2006, lo zampone e il cotechino -evidenzia la Cia- stanno registrando una sostanziale stabilità nelle vendite con una flessione contenuta allo 0,5 per cento. Quindi lo spauracchio delle passate settimane, provocato dall’effetto diossina, non sta condizionando il mercato. Mentre la spesa per il loro acquisto sta subendo un  fisiologico aumento contenuto tra l’1 e l’1,5 per cento, decisamente inferiore agli incrementi che hanno fatto registrare gli altri prodotti agroalimentari. E questo va rimarcato in considerazione del fatto che il costo di produzione della carne suina è fortemente cresciuto. In un anno, infatti, il prezzo dei mangimi è quasi raddoppiato.
            I prezzi al consumo -secondo la Cia- rimangono quindi sostanzialmente stabili. La forbice dei prezzi per questi prodotti va dai 4 ai 12 euro per pezzo.
 
Qualche consiglio utile per l’acquisto
 
            Non comprateli se sono privi del bollino metallico con tutti i dati relativi al produttore e se sono venduti ad un prezzo troppo basso. Quando zamponi e cotechini hanno tra gli ingredienti in etichetta troppi polifosfati, significa che sono stati fatti con molta acqua, perchè questi additivi servono per fissarla nell’impasto. Un cotechino e uno zampone i buona qualità devono essere da rosa a rosso, senza aloni scuri. In genere, una colorazione scura è indice di carne scadente o comunque viziata da un difetto di preparazione. Al taglio la fetta si deve presentare compatta e uniforme. Sia l’impasto che l’involucro non devono essere nè troppo molli, nè troppo consistenti.
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl