A BRACCIANO (RM) APRE L'UFFICIO DIRITTI DEGLI ANIMALI

27/gen/2009 16.30.24 Ufficio Stampa Comune di Bracciano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

In via sperimentale, sarà avviato un servizio per ridurre i costi di sterilizzazione dei gatti.
Borzetti, Primo atto concreto per la tutela dei diritti degli animali nel nostro Comune.

Un ufficio a disposizione dei cittadini per conoscere tutti i diritti dei nostri amici a quattro zampe e non. Da giovedì 5 febbraio apre l'Ufficio diritti degli animali (Uda), un servizio promosso dall’Amministrazione comunale in collaborazione con l'associazione culturale T.A.N.A. Lo sportello sarà aperto ogni giovedì, dalle 10 alle 12, presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico. I cittadini potranno trovare risposte ai loro quesiti sulle adozioni degli animali; sulla normativa regionale e nazionale vigente e sulla tutela degli animali sulle iniziative comunali in materia.

“Sono molto soddisfatto dell’apertura dell’Uda - spiega Rinaldo Borzetti, Consigliere delegato alla Promozione del turismo, Politiche giovanili e rapporti con le associazioni, Diritti degli animali - perché questo costituisce il primo atto concreto per la tutela dei diritti degli animali nel nostro Comune. L’Uda, infatti, grazie al lavoro dell’associazione T.A.N.A. contribuirà non solo a informare, ma anche a promuovere una campagna di affidamento dei tanti splendidi animali che sono ospitati presso il canile della clinica veterinaria, convenzionato col Comune”.

Ma c’è di più. In via sperimentale, sarà avviato un servizio per dimezzare i costi di sterilizzazione dei gatti. Grazie all’istituzione di un fondo ad hoc è stata stipulata una convenzione con un professionista locale che permetterà ai cittadini che si recheranno presso l’Uda e richiederanno l’apposita documentazione potranno usufruire del 50% di sconto per l’operazione di sterilizzazione e pagheranno solo 50 euro.

“Si tratta di una prima iniziativa per contribuire alla diffusione di una cultura del rispetto degli animali e delle colonie feline cittadine - osserva Borzetti - e che, se avrà successo, verrà sicuramente ampliata. Già ci siamo attivati presso la Provincia di Roma e la Regione Lazio per cercare di ottenere dei fondi da dedicare a questa azione che, se prendesse piede e fosse estesa anche ai cani, potrebbe contribuire all’alleggerimento dei costi che l’Amministrazione sostiene per il mantenimento a pensione degli animali presso il canile municipale”.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl