TRASPORTI: BRACCIANO (RM), DAL PRIMO FEBBRAIO IN ARRIVO NUOVO MEZZO E NUOVE CORSE

28/gen/2009 17.54.25 Ufficio Stampa Comune di Bracciano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Capparella, Gli obiettivi: razionalizzazione delle corse e ottimizzazione dei percorsi, eliminano 'giri' inutili e duplicazioni di itinerario.

Razionalizzare il sistema del trasporto pubblico locale, aumentare i mezzi impiegati, potenziare i collegamenti con le zone periferiche del paese e istituire un servizio navetta in corrispondenza con la partenza e l’arrivo dei treni. Questi i punti essenziali del progetto di revisione del piano di trasporto pubblico locale intrapreso dall’Amministrazione di Bracciano al fine di migliorare l’intero sistema della mobilità all’interno del territorio braccianese. Un piano che si concretizza con la revisione delle frequenze e dei percorsi affinché siano ottimizzate le corse a disposizione e potenziate quelle con maggiore utenza e che vede, a partire dal primo febbraio, l'impiego di un nuovo mezzo da parte della Ati Rossi Bus, ditta erogatrice del servizio.

“Il servizio di trasporto pubblico precedentemente in vigore - spiega Maurizio Capparella, Assessore ai Trasporti del Comune di Bracciano - non era più in grado di soddisfare appieno le esigenze di mobilità della cittadinanza e, in particolare, della zona di Bracciano Nuova. Pertanto, abbiamo deciso di procedere a una revisione, compiendo uno studio sull'utenza e sulle frequenze di utilizzo delle corse”.

Da questa fase preliminare di studio è emerso che le tipologie di utenti che più utilizzano il servizio di trasporto pubblico locale sono pensionati (33% dei passeggeri), casalinghe e lavoratori (32,3%). A questi si aggiunge un'utenza occasionale giornaliera e, in parte molto minore, gli studenti che raggiungono circa il 9,4% dei frequentatori dei mezzi pubblici. Gli orari di maggior utilizzo del servizio sono quelli mattutini e le direttrici più frequentate sono quelle verso le scuole, l'ospedale, il cimitero e la stazione. Nel periodo estivo, poi, particolarmente intenso è il flusso verso il lago e verso la località di Cerenova, grazie al bus-navetta appositamente predisposto.

“Gli obiettivi principali del nuovo piano - continua Capparella - sono legati alla razionalizzazione delle corse, riducendo quelle meno frequentate per potenziare quelle più affollate, e all'ottimizzazione dei percorsi: eliminano i 'giri' inutili e le duplicazioni di itinerario. Sono stati inoltre rafforzati i collegamenti con la stazione ferroviaria, predisponendo un servizio di navetta per ogni corsa in arrivo o in partenza da Bracciano. Il tutto - conclude - entro i 356mila chilometri l’anno di percorrenza che la Regione Lazio fissa come limite massimo per il nostro comune”.

Con il nuovo piano di trasporto pubblico locale, le linee urbane da 14 diventano 10, grazie ai nuovi percorsi di carattere circolare che, considerando la conformazione del centro urbano di Bracciano, consentono di coprire tutti gli itinerari. Le corse complessive giornaliere, invece, passano da 84 a 100 nel periodo invernale feriale e dal 15 a 34 in quello festivo. Nel periodo estivo, poi, le corse di giorni feriali aumenteranno: da 76 a 102. Per ulteriori informazioni, è possibile visitare il sito internet del www.comune.bracciano.rm.it nell’area tematica ‘Il territorio’, sezione ‘Trasporti’.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl