TRASPORTO PUBBLICO: BRACCIANO (RM) , SLITTA AL 1° MARZO L’AVVIO DEL NUOVO PIANO

Slitta al primo marzo la data per l'avvio del nuovo piano di trasporto pubblico locale messo a punto dall'Amministrazione di Bracciano al fine di migliorare l'intero sistema della mobilità all'interno del territorio braccianese.

12/feb/2009 10.40.22 Ufficio Stampa Comune di Bracciano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il ritardo causato dalle resistenze della ditta titolare del servizio, ma l’Amministrazione lavora per superare l’empasse.

Slitta al primo marzo la data per l’avvio del nuovo piano di trasporto pubblico locale messo a punto dall’Amministrazione di Bracciano al fine di migliorare l’intero sistema della mobilità all’interno del territorio braccianese. Un ritardo dettato dalle resistenze della ditta concessionaria del servizio, la ATI Rossi Bus SpA, ad adeguarsi alle modifiche introdotte senza ricevere in cambio un adeguamento economico. Una posizione che l’Amministrazione respinge sulla base del contratto di servizio del 27 settembre 2007, che prevede sia che “l’Affidataria dovrà adeguarsi nel corso del rapporto alle modifiche e integrazioni al programma di esercizio che l’Ente Affidante ritenga utili” (articolo 4, comma s7) sia che, qualora l’Amministrazione chieda di modificare, istituire o sopprimere corse o linee della rete di trasporto pubblico “l’impresa aggiudicataria è tenuta ad aderire alla richiesta” (articolo 5 comma 1).

Il nuovo piano, infatti, prevede una revisione delle frequenze e dei percorsi affinché siano ottimizzate le corse a disposizione e potenziate quelle con maggiore utenza con l'impiego di un nuovo mezzo da parte della Ati Rossi Bus, entro il limite dei 356mila chilometri l’anno di percorrenza che la Regione Lazio fissa come limite massimo per il nostro comune. In particolare, con il nuovo piano di trasporto pubblico locale, le linee urbane da 14 diventano 10, grazie ai nuovi percorsi di carattere circolare che, considerando la conformazione del centro urbano di Bracciano, consentono di coprire tutti gli itinerari senza duplicazioni di percorsi.

Le corse complessive giornaliere, invece, passano da 84 a 100 nel periodo invernale feriale e dal 15 a 34 in quello festivo. Nel periodo estivo, poi, le corse di giorni feriali aumenteranno: da 76 a 102. L’Amministrazione è comunque ottimista e conta di riuscire a superare l’empasse, facendo sì che dal primo marzo il nuovo programma di trasporto urbano diventi operativo.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl