URBANISTICA: BRACCIANO (RM), APPROVATO NUOVO PIANO REGOLATORE GENERALE

31/mar/2009 11.02.23 Ufficio Stampa Comune di Bracciano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Dopo trent’anni Bracciano sarà dotato del nuovo strumento di sviluppo del territorio, passato in questi giorni al Comitato tecnico della Regione Lazio.

Sala, Nonostante l’impegno della minoranza a ostacolarne l’approvazione, la variante generale al PRG è realtà.

Capparella, il grande sforzo organizzativo dell’Amministrazione e dell’Assessorato all’Urbanistica ha dato risultati.

Più infrastrutture, più aree verdi, più parcheggi e più servizi per ogni abitante. Questi, in estrema sintesi, i benefici che deriveranno dal nuovo ‘Piano Regolatore Generale’ (Prg) di Bracciano, lo strumento di gestione urbanistica del territorio approvato in questi giorni dal Comitato tecnico della Regione Lazio. In particolare, la variante al Piano Regolatore Generale è stata messa a punto nel '99 - sotto la prima Giunta Sala - per rendere più attuale lo strumento urbanistico fin’ora vigente che risale al 1980.

“Dopo nove anni dall’adozione e dopo che la precedente Amministrazione nulla ha fatto per definirne l’approvazione ma anzi ha remato contro la variante al Piano Regolatore Generale - commenta il Sindaco di Bracciano, Giuliano Sala - finalmente i cittadini potranno avere tra pochi giorni il nuovo strumento di pianificazione del territorio, al cui interno ci sono molte opportunità per lo sviluppo economico di Bracciano, importante nel momento di crisi che stiamo attraversando”.

Il nuovo Piano Regolatore Generale punta a realizzare interventi sostenibili attraverso la valorizzazione dei servizi, piuttosto che sullo sviluppo delle aree d'insediamento residenziale, al fine di garantire nuove opportunità di crescita per il paese senza rinunciare alla tutela dell'ambiente. In particolare, dati alla mano, ogni cittadino avrà a disposizione una porzione pro-capite di 56 mq di territorio attrezzato: 36 mq di verde; 3,9 mq di parcheggio e 13 mq di aree a servizi.

Soddisfatto anche l’Assessore all'Urbanistica, Maurizio Capparella, che spiega: “Fin dal suo insediamento, l'Amministrazione comunale ha sentito il dovere di affrontare con urgenza un tema di fondamentale rilevanza socio-economica per il paese come l’approvazione della variante generale al PRG lasciata da tempo al proprio destino negli uffici regionali. Una decisione - prosegue - che è stata dettata da una precisa scelta di politica del territorio, attuata dai precedenti amministratori, volta a soddisfare interessi di piccolo rango e non d'interesse pubblico”.

Nonostante le novità legislative sopraggiunte, lo sviluppo demografico di Bracciano e i vincoli di salvaguardia ambientale introdotti - come, ad esempio, l’istituzione delle Zone a Protezione Speciale (Zps) e l'approvazione da parte della Regione Lazio di uno strumento di salvaguardia sovraordinato come il Piano Territoriale Paesistico Regionale (Ptpr) - il piano urbanistico a suo tempo elaborato è risultato compatibile con le direttive di salvaguardia e ha visto confermata la correttezza delle scelte operate in questo ambito dall’Amministrazione.

“Devo sottolineare - continua Capparella - come la nostra volontà di svolgere tutti gli adempimenti necessari al proseguimento dell’attività istruttoria propedeutica all’approvazione regionale della variante generale al Prg ha comportato un grande sforzo organizzativo e di impegno personale davvero notevole, ma che alla fine - conclude - ha dato i suoi frutti”.

Per avere tutti i dettagli sul nuovo Piano Regolatore Generale, che ora dovrà avere l’ultimo passaggio in Consiglio Comunale che ne sancirà la cogenza, è possibile visitare la pagina dedicata del sito Internet del Comune di Bracciano, all’indirizzo www.comune.bracciano.it, sezione ‘Atti di Programmazione’.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl