Regione Toscana: Dal progetto di medicina integrata anche medicinali omeopatici ai bambini terremotati.

08/apr/2009 13.09.36 APO Italia Associazione Pazienti Omeopatici Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

E’ partita stamani l’operazione umanitaria tesa a far giungere anche i medicinali omeopatici all’ospedale pediatrico da campo che si sta organizzando all’Aquila. I medicinali potranno essere somministrati, a giudizio dei pediatri che lavorano nell’ospedale da campo e con il consenso dei genitori,  ai bambini in particolare Gelsemium per contribuire a ridurre lo stress psicologico, ansia e paura, del quale sono grandemente affetti i bambini rimasti coinvolti nella calamità. Insieme verranno resi disponibili anche Arnica  e Tintura madre di Calendula. La spedizione è stata organizzata nell’ambito del progetto Ospedale di Pitigliano, primo ospedale di medicina integrata in Italia, progetto coordinato dalla dottoressa Simonetta Bernardini, Pediatra e omeopata coordinatore del Comitato scientifico.I medicinali sono forniti dai Laboratoires Boiron Italia,  azienda leader nel settore omeopatico. Ad occuparsi della corretta distribuzione dei medicinali omeopatici sarà la dottoressa Tiziana Di Giampietro Pediatra abruzzese  e omeopata della Società Italiana di Omeopatia e Medicina Integrata che da oggi, insieme a pediatri di famiglia  abruzzesi già in viaggio per  l’Aquila da tutta la regione, sta organizzando gli aiuti ai bambini colpiti dal sisma .  “Gelsemium è un medicinale omeopatico privo di effetti collaterali che può contribuire a contenere  la reazione di paura e di ansia dei bambini” dice la dottoressa Bernardini  “ sarà la dottoressa Di Giampietro che con la sua esperienza più che ventennale di Pediatra di Famiglia e omeopata valuterà in quali casi questo medicinale possa essere utilmente  impiegato. Il medicinale sarà distribuito ai familiari che vorranno utilizzarlo.  Arnica è un valido medicinale  per i  traumi e  gli ematomi,  potrà aiutare a favorire una più rapida risoluzione delle lesioni, insieme alla tintura  madre di calendula ad azione cicatrizzante. Io stessa resterò costantemente a disposizione del team dei pediatri per supportare l’azione umanitaria” . “Si tratta di implementare le possibilità di supporto terapeutico laddove possibile, una iniziativa cui non poteva sottrarsi  la Regione Toscana ,organizzata di concerto con la dottoressa Cristina  Francini che coordina tutte le operazioni di soccorso per la nostra Regione” aggiunge Valerio Del Ministro dirigente responsabile del settore di assistenza sanitaria della Toscana; mentre Fabio Roggiolani, Presidente della Commissione Sanità della regione, si è reso disponibile a coordinare il proseguio dell’ iniziativa”.

 

Per informazioni:

Dr.ssa Simonetta Bernardini

http://www.siomi.it/apps/index.php

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl