CULTURA: BRACCIANO (RM), PREMIATI I RAGAZZI DEL CONCORSO 'I GIOVANI E IL TERRITORIO'

CULTURA: BRACCIANO (RM), PREMIATI I RAGAZZI DEL CONCORSO "I GIOVANI E IL TERRITORIO" Premiati con 350 euro il miglior saggio breve di Monia Barneschi e la migliore fotografia di Sara Nicomedi.

25/apr/2009 14.49.11 Ufficio Stampa Comune di Bracciano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Premiati con 350 euro il miglior saggio breve di Monia Barneschi e la migliore fotografia di Sara Nicomedi.

Parole e immagini per raccontare il territorio visto attraverso gli occhi dei ragazzi che ci vivono. Questo l'obiettivo della prima edizione edizione del concorso 'I giovani e il territorio', promosso dalla Consulta Comunale Giovanile e dal Comune di Bracciano (Rm). Due le sezioni in gara – una letteraria e l’altra fotografica – di cui sono stati premiati i primi classificati, con una targa e un premio in denaro di 350 euro, e i secondi con un riconoscimento. Attestato di partecipazione per tutti i ragazzi che hanno inviato i loro lavori che – a onor del vero – non sono stati molti: in tutto una quindicina di ragazzi.

“Il concorso - ha spiegato Serena Mariano, presidentessa della Consulta Giovanile – è nato dalla volontà di dare spazio ai giovani, creare per loro opportunità e modi alternativi e costruttivi per impegnare il tempo libero e attuare momenti di aggregazione e condivisione. Non è stato facile coinvolgere i ragazzi che infatti non hanno risposto numerosi, ma è nostra intenzione – ha aggiunto - ripetere questa iniziativa ogni anno, affrontando tematiche diverse, e promuoverne delle altre per aumentare la partecipazione”.

“L’Amministrazione ha colto con favore l’iniziativa della Consulta e l'ha sostenuta con forza - ha spiegato Rinaldo Borzetti, Consigliere delegato alle Politiche Giovanili - non solo per il valore artistico e espressivo della competizione, ma anche per l’utilità del concorso che ha offerto una visione del territorio letto attraverso gli occhi dei ragazzi. Un punto di vista - ha continuato Borzetti - che sarà tenuto in considerazione in vista di iniziative dedicate al mondo giovanile. La consulta, infatti, deve essere da un lato l''orecchio' dell'Amministrazione verso le esigenze dei giovani braccianesi e, dall'altro, un'occasione di aggregazione e partecipazione per i ragazzi che - ha concluso - offra loro spazi e momenti di espressione, come accaduto con questo concorso”.

Ad aggiudicarsi il riconoscimento per il miglior saggio breve è stata Monia Barneschi, con il racconto 'Una domenica diversa': il racconto del coinvolgimento di un ragazzo alla preparazione della 'Passione', appuntamento tradizionale e manifestazione caratteristica di Bracciano, premiata con la motivazione che “una scrittura scorrevole densa di sfumature restituisce intatto l’incanto e il potere di fascinazione del luogo”. Al secondo posto, Laura Mango, che in 'Analisi semi-seria dell’impegno giovanile sul territorio': “un testo brillante che affronta con creatività e ironia le tematiche e i suoi particolari risvolti dell’impegno giovanile. Un tentativo - si legge nella motivazione - di tracciare un’intelligente riflessione sull’esperienza di una giovane impegnata a trasformare le idee in realtà”.

Per la categoria fotografica il primo premio è andato al lavoro di Sara Nicomedi. Un ritratto in quattro pose che, come frames di un cortometraggio amatoriale, presenta un gruppo di ragazzi ripresi nel loro tempo libero, arricchendolo con le loro parole: dichiarazioni su come vorrebbero che fosse Bracciano e su cosa desidererebbero fosse offerto loro dal paese. Al secondo posto, Sara Panfilo, che ha ritratto i ragazzi impegnati nelle sfilate dei gruppi mascherati del Carnevale: un altro modo di vivere attivamente tradizioni e appuntamenti della nostra cittadina. Ad assegnare i premi sono state due giurie, una per sezione, presiedute dal Prof. Giovanni Francesco Piano, curatore relazioni esterne e fondatore del 'Premio letterario Internazionale Arché', e da Germano Lucci, presidente dell'Associazione Fotocineamatori Bracciano.

A consegnare i premi sono stati il Sindaco Giuliano Sala; l'Assessore alla Cultura, Gianpiero Nardelli; l'Assessora alle Politiche Sociali, Elena Carone Fabiani; e il Consigliere delegato allo sport, Giorgio Merlini. Da parte di tutti è giunto un plauso all'infaticabile lavoro svolto dai ragazzi della Consulta giovanile e un invito a non desistere, perché il coinvolgimento dei giovani nella vita culturale e sociale del paese è un aspetto fondamentale che l'Amministrazione tiene a cuore e sosterrà con tutti i mezzi a propria disposizione.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl