2 giugno: alla “Festa d’Italia” a Bruxelles la Cia porta la solidarietà. “Via” all’iniziativa “Sosteniamo l’agricoltura abruzzese”

28/mag/2009 11.13.51 Confederazione italiana agricoltori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
2 giugno: alla “Festa d’Italia” a Bruxelles
la Cia porta la solidarietà. “Via” all’iniziativa
“Sosteniamo l’agricoltura abruzzese”
 
In occasione della manifestazione nella città belga per le celebrazioni della Festa della Repubblica, la Confederazione promuoverà la vendita dei prodotti agroalimentari abruzzesi. Il presidente Giuseppe Politi: proseguiamo con le iniziative programmate per dare una fattivo contributo agli agricoltori colpiti dal tragico terremoto. Negli stand allestiti ci sarà anche la degustazione delle eccellenze agroalimentari di tutte le regioni italiane.
 
“Sosteniamo l’agricoltura abruzzese”. All’insegna di questo slogan la Cia-Confederazione italiana agricoltori parteciperà e collaborerà fattivamente alla  “Festa d’Italia” organizzata dal Consolato d’Italia a Bruxelles in occasione delle celebrazioni del prossimo 2 giugno.
Come ormai avviene da anni, la Cia darà il suo significativo contributo all’organizzazione di una Festa, quella, appunto, della Repubblica Italiana in Belgio che ormai è divenuta una consolidato appuntamento che richiama sempre tantissima gente. Nel 2008 furono migliaia i visitatori della manifestazione che si svolse presso l’antica miniera di Blegny, a circa venti chilometri da Liegi. Anche in questa occasione la Confederazione sosterrà attivamente le celebrazioni che il Consolato e l’Ambasciata d’Italia a Bruxelles hanno organizzato. Ospiti d’onore saranno gli agricoltori abruzzesi tragicamente colpiti dal disastroso terremoto. Sanno allestiti stand nei quali si inviterà ad acquistare i prodotti agricoli abruzzesi che oggi hanno perso il loro naturale mercato di riferimento.
Sono prodotti che rappresentano vere “eccellenze” apprezzate in Italia e in tutto il mondo. Prodotti che, purtroppo, a causa del tremendo sisma ha visto crollare pesantemente la loro commercializzazione, causando ulteriori gravi danni per le imprese agricole abruzzesi. C’è, quindi, l’esigenza di riattivare un’economia fondamentale per l’intero Abruzzo.. Non a caso, durante l’iniziativa a Bruxelles verrà promosso l’acquisto di questi prodotti anche presso una catena belga di negozi specializzati denominata “Italia Autentica” con la quale la Cia ha stipulato un accordo commerciale.
D’altra parte, è stata proprio la Giunta nazionale della Cia a programmare una serie di iniziative per garantire la vendita di tantissime “specialità” che rendono ricco il patrimonio agroalimentare regionale. E la manifestazione organizzata a Bruxelles rappresenta una delle “tappe” decise per dare un concreto e solidale aiuto alle popolazioni tremendamente colpite dal terremoto.
“La Cia -ha rilevato il presidente nazionale Giuseppe Politi- anche in questa particolare e drammatica occasione si è mobilitata in tutte le sue strutture. Con le iniziative decise, e tra queste quella di Bruxelles, cerchiamo di dare un contributo tangibile a chi oggi soffre e che ha visto distrutto in un attimo tutto quello che aveva faticosamente costruito. Un vero gesto di grande solidarietà che da sempre contraddistingue il mondo agricolo che in ogni frangente ha fatto sentire in maniera tangibile il suo apporto umano. E il dramma che stanno vivendo le popolazioni abruzzesi ha rafforzato ulteriormente questo nostro impegno. Vogliamo dare risposte costruttive. Per questo non lasceremo nulla d’intentato, sviluppando tutte le iniziative possibili”.
Per la Cia è, quindi, indispensabile che l'agricoltura e le economie rurali delle zone devastate dal sisma possano essere rimesse in condizione di tornare ad operare efficacemente. Sono settori che rappresentano una delle “voci” più importanti di reddito per queste comunità e si traducono in “eccellenze” qualitative: Igp, Dop e Doc famose e apprezzate in tutto il mondo. Per questo vanno risolte al più presto molteplici situazioni di criticità, soprattutto nel settore zootecnico.
L’iniziativa “Sosteniamo l’agricoltura abruzzese” di Bruxelles vuole essere, un ulteriore e concreto contributo. Per questo motivo proseguirà nel tempo con diverse dimostrazioni nei vari punti vendita dove sarà possibile per i consumatori del Belgio non solo acquistare prodotti con il marchio dell’iniziativa, ma anche aderire alla raccolta fondi per l’Abruzzo promossa dalla Cia tramite il versamento sul C/C n. Ugf Banca ag.12 via Saturnia 21 Roma  iban:  it  56  i  03127  03200  cc 0120005581 bic:  baecit2b  “La Cia per l’Abruzzo”.
Comunque, durante la “Festa d’Italia” verrà organizzata anche una degustazione di prodotti agricoli di tutte le regioni d’Italia. In questo modo, come ha fatto negli anni precedenti, la Cia porta alla manifestazione belga la qualità e la tipicità dei nostri prodotti agroalimentari. Un’occasione importante per valorizzare il grande patrimonio agricolo del nostro Paese che non ha eguali nel mondo.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl