Save the Date - La dimensione valoriale per superare la crisi (in attesa dell'Enciclica Sociale del Papa)

17/giu/2009 10.30.14 UCID - Unione Cristiana Imprenditori e Dirigenti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

http://www.comunicati.net/allegati/46412/Ucid.docimage002.jpg@01C9E5D7.64B40AE0                                                                                                                                                                                                                             

017-presentaz_logo

 

per superare la crisi

le dimensioni valoriali della realtà imprenditoriale toscana

 

Firenze, 20 giugno 2009 – ore 9,30 – 13.00

Auditorium Banca CR Firenze - Via Carlo Magno, 7 (zona Novoli)

 

Le cause dell'attuale crisi economica - come é ormai opinione diffusa - si collegano alla dissennata gestione della dinamica finanziaria che un ristretto circuito di operatori del settore, specie americani, spinti da esasperato tornaconto individuale, ha sottratto alla logica naturale di strumento dell'economia reale.

Una ”finanza” che è diventata - con l'eccesso del debito, con l'autoreferenzialità del rischio, con il mito dell'innovazione finanziaria, con la massimizzazione del profitto a breve termine, con una deregolarizzazione estremizzata - un fine assoluto, del tutto estraneo a chi intraprende e la usa come mezzo per lo sviluppo economico nonché fattore di benessere sociale.

Ecco perché reagire a questa crisi é compito soprattutto di chi opera nell'impresa, come gli imprenditori, dirigenti e professionisti cristiani  che hanno sempre creduto e credono:

- al primato dell'impresa come luogo di continua concreta innovazione tecnologica e produttiva, contro ogni illusione che il valore si formi sulla carta;

- al primato dell'imprenditorialità personale come momento di crescita e di mobilità sociale, contro il rattrappimento nell'esistente, nelle paure, negli adattamenti passivi della crisi;

- al primato della società aperta e del mercato responsabile, contro le tentazioni a chiudersi in protezionismi garantiti dall'affidavit politico.

 

Dalla crisi si esce con una rigenerazione di fondo per costruire il Bene Comune. Un messaggio, sostenuto da autorevoli rappresentanti istituzionali, che proviene dalla ricerca UCID- Banca CR Firenze in Toscana ove la vivacità imprenditoriale, il fermento culturale, l'anelito alla coesione sociale, le peculiarità territoriali, lo spirito d'iniziativa esprimono consistenze valoriali di grande significato.

 

In attesa che il S. Padre Benedetto XVI licenzi il 29 giugno la già annunciata Enciclica Sociale, moderati da Gianni Locatelli ne discutono

 

Prof. Antonio Marzano - Presidente del CNEL

 

Prof. Paolo Blasi  - Membro del Consiglio Superiore di Banca d’Italia

 

Prof. Angelo Ferro - Presidente Nazionale UCID

 

Mons. Gastone Simoni  - Delegato Conferenza Episcopale Toscana

 

Cav. Aureliano Benedetti  - Presidente Banca CR Firenze

 

Nel corso dei lavori sarà presentata da Laura Cenci e Giulio De Rita la ricerca “Valori imprenditoriali e tessuto socio-economico toscano. Analisi e prospettive”  realizzata a cura dell’Osservatorio sul Bene Comune dell’UCID.

 

Per informazioni ed accrediti:

·   Ufficio Stampa UCID Presidenza Nazionale (Resp. Manlio d'Agostino) - Tel. 0686323058 - Fax +39 0686399535 - stampa@ucid.it

·   Ufficio Stampa Banca CR Firenze (David Guetta) - Tel 055 2612216 - Fax 055 2612060 - david.guetta@carifirenze.it

______ * ______ *______ *______

 

Notizie sull’UCID

 

L'UCID nasce nel 1947 sulle macerie del secondo dopoguerra, all’interno del movimento di opere e idee che caratterizza i Cattolici, impegnati in Politica e nella Società Civile, nella ricostruzione morale e civile del nostro Paese. La Chiesa Italiana da sempre sostiene il ruolo dell’Impresa rispetto ad un orizzonte di ripresa e sviluppo delle attività economiche.

L’UCID promuove la conoscenza, l’attuazione e la diffusione della Dottrina Sociale della Chiesa e impegna i dirigenti che ne fanno parte ad un alto grado di moralità professionale alla luce dei principi cristiani e della morale cattolica. Attraverso i principi cristiani, l’UCID intende favorire nell’impresa la crescita dei valori e il rispetto della dignità di ogni uomo: impegna se stessa nel qualificare la presenza degli Imprenditori e dei Dirigenti Cattolici dinanzi le nuove istanze del mondo del Lavoro, suggerendo agli Imprenditori, ai Dirigenti e ai Liberi Professionisti Cristiani, nuovi approcci e soluzioni condivise. Per realizzare ciò, l’UCID organizza al suo interno Convegni, tavole Rotonde, Incontri di Studio e Dibattito, sui temi sociali di maggiore attualità ed urgenza, facendo intervenire Relatori che siano apportatori di esperienze anche diverse. Una storia per andare lontano.

Il prossimo decennio si prospetta denso di nuove sfide. Cambiamenti frenetici e significativi imperversano nella società, spostando riferimenti economici, sociali e politici che, per tutta la seconda metà del Novecento, hanno accompagnato lo sviluppo dell’Occidente industrializzato. Cambiamenti convulsi generano pulsioni e incertezze che sfociano in nuovi equilibri globali che spesso generano conflitti. Nuovi rischi che paiono incombere sul nostro futuro. Le imprese, in particolare, devono fronteggiare nuove e tecnologie, che le costringe ad una rincorsa continua verso nuovi prodotti, nuovi metodi di produzione, nuove configurazioni organizzative. Devono estendere gli spazi di mercato e l’emergere di nuovi competitori. Di pari passo devono rispondere alla crescente domanda di rispetto per ambiente, con nuovi stringenti vincoli che le riconduce a esigenze, ormai pressanti, di un’etica d’impresa che regoli il comportamento al suo interno e nei suoi rapporti con l’ambiente sociale circostante. Cambiamenti che richiedono un impegno preciso e pubblico agli imprenditori e ai dirigenti cristiani. Un impegno che ha radici profonde e salde nelle tradizioni cristiane ma rami protesi ad orientare il loro lavoro verso il perseguimento del “Bene Comune”, perseguendo costantemente il Messaggio Evangelico e l’insegnamento ripetutamente espresso e confermato dalla Dottrina Sociale della Chiesa.

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl