PETIZIONE DA FIRMARE: Diamo voce a chi non ha voce: tuteliamo i diritti degli ospiti del canile municipale di Caserta

PETIZIONE DA FIRMARE: Diamo voce a chi non ha voce: tuteliamo i diritti degli ospiti del canile municipale di Caserta Al Sindaco di Caserta, Ing.

10/dic/2009 11.56.32 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Al Sindaco di Caserta,
Ing. Nicodemo Petteruti
=====
All’Assessore al randagismo del Comune di Caserta,
Dr. Ferdinando Piscitelli
=====
Al Prefetto di Caserta
=====
Azienda Sanitaria Locale Caserta 1
DIREZIONE GENERALE
Dott. Antonio GAMBACORTA
=====
Al dipartimento di prevenzione ASL CE
Direttore Pasquale Quarto
=====
Al Sottosegretario al Ministero della salute
On. Francesca Martini
=====
Al presidente della Regione Campania
Dott. Antonio Bassolino
=====
All’Assessore alla Sanità
Dott. Mario Luigi Santangelo
=====
All’Assessore Bilancio, Ragioneria e tributi - Programmazione economica - Partenariato sociale
Dott. Mariano D\`Antonio

I sottoscritti cittadini, stanchi della situazione di illegittimità e precarietà in cui gli attuali gestori del canile municipale di Caserta (Nuovo Village Dog srl) sono costretti ad occuparsi dei 430 cani e 40 gatti ospiti della struttura! , sottoscrivono la presente petizione, affinchè l’Amministrazione comunale provveda, al più presto, a garantire i diritti primari dei cani e dei gatti ricoverati nel canile municipale di Via Sant’Antonio fraz. Ercole. Si chiede,dunque:
1) Che il Comune ripristini immediatamente il pagamento per il mantenimento dei 290 cani previsti da convenzione,predisponendo,altresì,un piano di rientro per il pagamento di tutte le fatture già presentate dal gestore e non ancora saldate.
2) Che il Comune predisponga un impegno economico anche per i cani in esubero già presenti nella struttura ed il cui ingresso è stato sempre, tempestivamente comunicato.
3) Che il Comune preveda un impegno di spesa ANCHE per il mantenimento dei 40 gatti ospiti della struttura che, sino ad oggi, sono stati curati e mantenuti solo ed esclusivamente con spese a carico del gestore e dei volontari.
4) Che il Comune provveda al più presto all’ampliamento della struttura (come peraltro più volte p! romesso) affinché sia risolto il grave problema del sovrannumero e del la conseguente riduzione degli spazi vitali in cui sono costretti a vivere gli animali ospiti.
5) Che la Prefettura e il Ministero per il lavoro,la salute e la previdenza sociale predispongano accertamenti idonei a chiarire per quale motivo l’ASL CE/1 omette di fornire i farmaci per la profilassi (vaccini e vermifughi), la terapia postoperatoria (antibiotici) e gli anestetici alla struttura ambulatoriale istituita all’interno del canile municipale di Caserta, farmaci tutti indispensabili nelle pratiche di sterilizzazione e nel protocollo di prima accoglienza e che,attualmente,vengono acquistati a spese del gestore e dei volontari.
I sottoscritti cittadini,oltre che al normale senso civico, fanno appello alle previsioni tutte delle L. n. 281/91 e L.R. 16/01 emanate a tutela del benessere animali e prevenzione del randagismo,che,allo stato attuale dei fatti,appaiono essere costantemente disattese da tutte le Amministrazioni deputate al rispetto delle stesse.





Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl