Tarvisio - Sequestro di cuccioli di cane con Edoardo Stoppa col Corpo Forestale dello Stato

Tarvisio - Sequestro di cuccioli di cane con Edoardo Stoppa col Corpo Forestale dello Stato Edoardo Stoppa insieme al NIRDA del Corpo Forestale dello Stato si è recato all'imbocco dell'autostrada di Tarvisio al confine con la Slovenia dove farà vedere controlli di traffici illeciti di animali.

17/dic/2009 11.11.49 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Edoardo Stoppa insieme al NIRDA del Corpo Forestale dello Stato si è recato all’imbocco dell’autostrada di Tarvisio al confine con la Slovenia dove farà vedere controlli di traffici illeciti di animali.
Soprattutto nel periodo natalizio la Forestale organizza posti di blocco al confine di Stato in quanto è il periodo in cui si intensificano i traffici illegali di cuccioli di animale.
I controlli danno subito i primi risultati: arriva un minivan pieno zeppo di cuccioli. Per effettuare tutti gli accertamenti del caso e far visitare tutti i cuccioli da un veterinario, il furgone viene scorato dalla Forestale. Gli 8 cani per gabbia che vedete nel filmato sono stati caricati la mattina stessa sul furgone con più di 12 ore di viaggio.
Successivamente viene fermata un’altra auto. La situazione che si presenta è ancora più grave. Alcuni cuccioli di cani viaggiavano nel bagagliaio dell’auto fermata sprovvisti di microchip, con un passaporto falso con dati cancellati non s! apendo quindi la loro provenienza.
Alle 4 di mattina i controlli continuano da parte del Corpo Forestale dello Stato ed è incredibile come continuino ad essere fermati mezzi con a bordo cuccioli sprovvisti di microchip e passaporti falsificati. In un bagagliaio di una macchina vengono rinvenuti decine di cuccioli ammassati uno sull’altro, impauriti, infreddoliti e sporchi di escrementi. Dal filmato si vede un cagnolino che è in fin di vita purtroppo... I cagnolini quindi vengono immediatamente visitati, viene dato loro da bere e mangiare. Alcuni sono traumatizzati e si vanno a nascondere impauriti.

Durante questi controlli sono state denunciate ben 5 persone in pochissime ore per maltrattamento di animali contestando sanzioni amministrative per oltre 200.000 € con un numero totale di 115 cuccioli.

I consigli che si danno alle persone intenzionate a comprare un cucciolo di cane è quello di andare a prendere un cane all’interno di un canile dove vivono a! spettando invano un padrone.
Se qualcuno vuole un cucciolo di razz a pura, bisogna fare massima attenzione a dove si compra il cane perchè la provenienza del cucciolo se non è legittima, mette a rischio l’incolumità fisica della famiglia che va ad adottare il cucciolo per problemi sanitari.

Controllare accuratamente SEMPRE che sul libretto sanitario rilasciato vi siano tutte le vaccinazioni, il numero di microchip corrispondente a quello letto sul lettore microchip prima di pagare il cucciolo. Farsi inoltre rilasciare dal venditore un certificato in duplice firma dove si dichiara che se il cucciolo non fosse vaccinato o avesse complicazioni, il venditore è tenuto al rimborso TOTALE della somma pagata dall’acquirente.

Per qualsiasi segnalazione di cuccioli comprati e presumibilmente importati illegalmente, scrivere a maltrattamenti@amicicani.com o contattare direttamente il Corpo Forestale dello Stato al numero gratuito 1515.















Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl