Auguri di Buone Feste

23/dic/2009 18.43.03 A.N.T.A. onlus Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

Gretel.jpgCarissimi tutti,

è giunto come ogni anno il momento di scambiarci gli Auguri di Buon Natale e Buon Anno, credetemi è difficile ogni volta trovare le parole per farlo. In questo anno come negli anni passati il problema dei cani abbandonati, maltrattati non ha smesso di esistere, come non hanno messo di esistere persone malvagie che pensano al modo migliore per lucrare sulla loro pelle. Ogni anno è una battaglia, la vivo da vent’anni, ma credo di averla vissuta da sempre quando bambina, molto piccola,  mi regalarono il mio primo cucciolo e capìì quanto amore possono darti creature così dolci e indifese. Capìì che io avevo la possibilità di fare per loro qualcosa e da quel giorno portai a casa gattini abbandonati, infreddoliti, per dargli un po’ di latte e una cuccia calda. I cani non li portavo proprio a casa, erano loro che seguivano me, ancora oggi mi chiedo che vedessero in me per seguirmi. Ricordo la faccia dei miei ogni volta che portavo a casa un trovatello, erano sconvolti, ma anche rassegnati. Oggi a distanza di tanto tempo credo che già allora la mia strada era stata segnata. Si può imparare ad amare gli animali, per carità non lo metto in dubbio, ma c’è chi nasce con un dono, che scusate la presunzione, gli animali sentono prima che tu ne abbia preso consapevolezza. Non posso spiegare a chi prova altri sentimenti verso gli animali cosa significhi amarli, ma non in maniera ossessiva come fanno in molti, ma rispettarli per quelli che sono  rispettando la loro alterità.

Per capire cosa significhi amare veramente un animale voglio dedicarvi un brano tratto dal Libro “Io e Marley” che rispecchia quanto sia speciale crescere accanto ad animale, anche se nel caso della storia vera raccontata nel libro il protagonista era un cane stravagante, ma dotato di una capacità straordinaria di dare amore.

 

Con questo parole non scritte da me, ma sicuramente molti di voi si riconosceranno e le comprenderanno vi auguro un Felice Natale al fianco dei vostri amici, parenti e soprattutto i vostri fedeli pelosi. Auguro soprattutto a loro, a quelli più indifesi, che si trovano rinchiusi in gabbie anguste di un canile, gattile e quant’altro un futuro che gli riporti la gioia e il calore di una vita dignitosa accanto ad un compagno umano che sappia dargli l’affetto di cui si merita.

 

 

Da “Io e Marley” di j.grogan

….Marley era un dispensatore di saliva, un ribaltatore di coperchi di pattumiera……Ma c’era dell’altro in lui, ….il suo intuito e la sua empatia, la sua dolcezza con i bambini, e il suo cuore puro.

Quello che volevo realmente dire era come quest’animale aveva toccato le nostre anime e ci aveva insegnato alcune delle lezioni più importanti della vita. Una persona può imparare molto da un cane, anche da un cane, strambo come il nostro. … Marley mi ha insegnato a vivere ogni giorno con sfrenata esuberanza e gioia, a cogliere il momento e seguire il cuore. Mi ha insegnato ad apprezzare le cose semplici: una passeggiata nei boschi, una fresca nevicata, un sonnellino in un raggio di sole invernale. E mentre diventava vecchio e malandato, mi ha insegnato l’ottimismo di fronte alle avversità. Soprattutto mi ha insegnato l’amicizia, l’altruismo e una profonda devozione.

Era uno straordinario concetto che solo ora, sulla scia della sua morte, sto assorbendo totalmente: Marley come mentore. Era un maestro e un modello di comportamento. Era possibile per un cane, qualsiasi cane, ma soprattutto un pazzo cane incontrollabile come il nostro, indicare agli umani le cose che contavano realmente nella vita? Direi di sì. Lealtà. Coraggio. Devozione. Semplicità. Gioia. E le cose che non contavano. A un cane non servono automobili lussuose o grandi case o vestiti di sartoria. Gli status symbol non significano niente per lui. Un bastone fradicio gli vanno altrettanto bene. Un cane giudica gli altri non dal colore, il credo o la classe ma da chi sono interiormente. A un cane non importa se sei ricco o povero, istruito o analfabeta, intelligente o stupido. Dagli il tuo cuore e lui ti darà il suo. Era molto semplice, eppure noi umani, così più saggi e più sofisticati, abbiamo sempre avuto difficoltà a immaginare quel che conta e non conta realmente. Mentre scrivevo quest’articolo di addio a Marley, mi rendevo conto che era tutto lì di fronte a noi, se solo avessimo aperto gli occhi. A volte occorre un cane con un alito cattivo, pessime maniere, e intenzioni pure per aiutarci a vedere.”

 

Buone Feste a tutti VOI….

…..e ricordate,  ognuno di Voi, anche con piccoli gesti, può fare molto per loro e credetemi riavrete da loro il doppio dell’amore che avete dato.

 

 

A questo link potete trovare un piccolo video di augurio di Buon Natale da alcuni amici pelosi in cerca di adozione.

http://www.youtube.com/watch?v=xeDB9zjt1i4

 

 

logoemail

 

Cristina Bruschi

Vicepresidente Nazionale ANTA Onlus

Presidente ANTA Onlus Massa Carrara

tel. 329 2913524

vicepresidente@antaonlus.org

www.antaonlus.org

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl