Roma - Gli sequestrano il negozio di animali, denuncia il canile per maltrattamenti

29/dic/2009 17.41.55 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
I motivi: «Locali sotto dimensionati e mancanza di documenti» Ma portati al canile, sono malati e denutriti.
Stefano Marino titolare del negozio di animali «Amici miei» al quartiere Torrino racconta la sua vicenda di sequestro del negozio perché «i locali sono sotto dimensionati (mentre le mie gabbie sono regolarmente 1mX2 e 2mX2,5)» e inoltre perchè «non c\`era corrispondenza tra l\`effettiva età dei cani e quella dichiarata sulle certificazioni». Ma lui non ci sta e fa sapere che «sono stati portati via i certificati che attestano l\`età dei cuccioli, ovvero i passaporti. Mi è stato portato via il libretto delle vaccinazioni che attesta i controlli dei veterinari dell\`ospedale che periodicamente vengono effettuati. Non capisco il motivo di questo sequestro perché i miei documenti sono tutti in regola».
DENUNCIA DEL CANILE - Dopo che «il 2 novembre il Corpo forestale accompagnato da un veterinario, è entrato nel mio negozio ed ha sequestrato 38 cani, 3 di questi er! ano di mia proprietà» Marino si è recato più volte al Canile della Muratella «dove sono stati portati i cani». «La situazione che ho trovato e che ho anche filmato - afferma - è veramente penosa per quei cani. Li ho trovati denutriti e uno di questi è anche morto. In una seconda visita all\`appello mancavano altri cuccioli e non so proprio che fine hanno fatto. Mi hanno detto che erano ricoverati perché malati. Per questo motivo ho deciso di denunciare il canile della Muratella per maltrattamenti».





Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl