“Ostaggi”, “cavie” e “adozioni facili” nei canili comunali di Roma gestiti da una “onlus” AVCPP

"Ostaggi", "cavie" e "adozioni facili" nei canili comunali di Roma gestiti da una "onlus" AVCPP "Ostaggi", "cavie" e "adozioni facili" nei canili comunali di Roma gestiti da una "onlus" AVCPP E la lista si allunga….

01/gen/2010 20.53.50 BrigataCaniVittimedi Avcpp Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
“Ostaggi”, “cavie” e “adozioni facili” nei canili comunali di Roma gestiti da una “onlus” AVCPP
 
E la lista si allunga….

Come è possibile che una “onlus” così attiva nell’affidamento dei cani, in realtà, non favorisca nemmeno le adozioni considerate urgenti?

L’ultimo caso è quello di 2 cani, che hanno trascorso tutta la loro vita dietro le sbarre, assai malati, che una famiglia qualificata e garantita richiede da oltre un mese in adozione, senza ottenere alcuna risposta. Queste persone hanno inutilmente percorso quasi 100 km., per ben tre volte, per le pratiche necessarie, senza mai riuscire nell’intento. Una volta non c’era una persona, l’altra il delegato e così via…

Forse quei due poveri cani contribuiscono a mantenere il numero fisso dei 1300 animali “in ostaggio” nei canili comunali a gestione AVCPP, numero necessario a giustificare una convenzione con il Campidoglio da oltre 4 milioni di euro annui?

 

E per chi non lo sapesse il canile del Poverello, sempre gestito dalla “onlus” AVCPP, è l’unico canile italiano, unico anche nel panorama europeo, ad avere un “reparto cani agonizzanti”, o meglio “cani cavie” come ci hanno spiegato i nostri amici biologi.

 

 

 

 

 

Il Comunicato in originale è firmato da 40 animalisti veri inseriti in associazioni umanitarie, organi di stampa, albi professionali qualificati, stanchi di questa vergogna

Chiediamo a tutti quelli che condividono le nostre perplessità e i nostri dubbi di dare massima diffusione a questo comunicato per tutelare tutti i randagi, cani/gatti, presenti sul territorio!

(restiamo nell’anonimato per motivi di sicurezza, ma tutte le nostre firme sono depositate presso un legale che custodisce un ampia documentazione a sostegno delle nostre tesi)

 

 

 

 

 

 

Roma, 1 gennaio 2010

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl