ASL: tutti i nodi vengono al pettine

26/gen/2010 15.02.25 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Cari volontari

da circa tre mesi va avanti il lavoro di raccolta dati sulle asl che non sterilizzano, mettendo così in grave difficoltà noi tutti e contribuendo ad aumentare considerevolmente il numero di randagi a cui dobbiamo prestare soccorso e cure.



Certamente sarete tutti d\`accordo nel dire che dobbiamo chiudere il rubinetto: non riusciremo mai a sopperire a tutte le emergenze. I cani e i gatti bisognosi sono migliaia e noi siamo pochi.



La nostra deve essere una politica intelligente, volta a sanare il problema alla sua origine e non intervenire sulle conseguenze ultime: lì è già troppo tardi.



L\`unico modo per risolvere il gravissimo problema del randagismo è la sterilizzazione a tappeto su tutto il territorio nazionale.



Ora il nostro lavoro proseguirà in collaborazione con Chiliamacisegua.

Vi preghiamo, pertanto, di continuare a segnalarci le difficoltà che incontrate pe! r sterilizzare i vostri randagi, in modo da avere un dossier completo da utilizzare per avviare controlli più severi da parte del Ministero alla Salute.





Un cordiale saluto a tutti

Lo staff di Petizioni



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------



COM\`E\` INIZIATO QUESTO LAVORO:

Vi riporto quanto segue dal sito di Chi li ama ci segua.


http://www.chiliamacisegua.org/2010/01/06/asl/


Ciao a tutti come sapete, nelle scorse settimane ho raccolto molti dati sulle asl che non sterilizzano per poterli sottoporre all’attenzione dell’onorevole Martini.

Dal Convegno sulla sterilizzazione emerse che un modo per farsi sentire è segnalare l’asl inadempiente alla Regione e, per conoscenza, al Ministero della Salute e, se vogliamo, anche ai giornali.

In allegato trovate un modello d! i segnalazione che ha scritto per noi Stefania Pierleoni.

Vi suggerisco di rendervi referenti per l’asl che state segnalando, in modo che non sia una protesta a vuoto, ma che si possa fare informazione e procedere a reali cambiamenti.

Non fate segnalazioni “per sentito dire”: scrivete solo quello che vivete in prima persona come volontari. Potreste mandarmi in ccn una copia della segnalazione, così man mano le archivio. Non mi mandate segnalazioni che non abbiate già inviato voi stessi: ribadisco: la segnalazione deve essere nominale, per avere una reale efficacia.

Vi consiglio, prima di scrivere, di andare a controllare cosa prevede la Legge Regionale della vostra Regione in materia di randagismo e sterilizzazioni, che trovate sull’homepage dell’Oipa, a destra, cliccate su “leggi” e poi su “leggi regionali”.

Grazie a tutti

Marianna Guaccio







Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl