Parma - Aiuto urgente per Marcella. Ecco cosa sta accadendo

15/feb/2010 14.28.50 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Egregi signori,
vi voglio raccontare cosa mi sta accadendo.
Mi chiamo Marcella Turri e risiedo ad Enzano di Sorbolo in una casa colonica cedutami in comodato gratuito nel 1993.
Abito con 70 cani e 30 gatti.
Nel 2004 ho fondato l’associazione di volontariato Caniegatti&Co. che mi permette di prendermi cura di tutti questi animali abbandonati, con vero spirito di abnegazione. Grazie alle sole donazioni di privati amanti degli animali riesco a comprare il cibo e a provvedere alle vaccinazioni e alla profilassi. Con quel poco che riesco a fare di sartoria e l’intervento di mio fratello nelle emergenze pago le bollette e il resto.

A luglio del 2009 il Coordinamento animalista e la Provincia di Parma, unitamente a cittadini che mi sostengono, hanno avuto un primo incontro (da loro richiesto) con il nuovo Sindaco di Sorbolo. La richiesta d’aiuto era in ordine sia al cibo che a tettoie e migliorie per i box dei recinti esterni.

Interventi veramente ! urgenti: vedi http://caniegattieco.blogspot.com

La Provincia di Parma ha prontamente messo a disposizione 5.000,00 euro e il Comune di Sorbolo ha messo in campo i propri tecnici per appurare la fattibilità della cosa in quanto non sono proprietaria dell’immobile.

Nel frattempo la proprietaria ha venduto il terreno e la casa rurale al contadino con diritto di prelazione e questi contestualmente ha venduto la casa/canile ad un ex assessore del Comune di Parma, tale Mario Marini, senza chiedermi (nessuno dei due) se fossi o meno interessata ad acquistare l’immobile. Per di più mi domando con quale coscienza il Marini abbia potuto pensare di acquistare una casa dove una famiglia abita da quasi un ventennio con regolare contratto e senza visitarla. Ne deduco che il mio vicino e l’agricoltore abbiano fatto “comunella” nel trovare il modo di mandarmi via.

Intanto, grazie all’articolo uscito sulla Gazzetta di Parma prima di Natale, ho racimolato la cif! ra quasi sufficiente a sistemare le tettoie e ristrutturare i recinti con mattonelle e ghiaia: vedi http://caniegattieco.blogspot.com
Attualmente quasi tutti i box sono stati rimessi a posto.

Tengo a precisare che tutto questo è stato fatto senza alcun aiuto da parte del comune di Sorbolo, che anzi ha provveduto a notificarmi tutte le multe dell’Asl per un importo di 4.738,71 euro, multe di cui ho chiesto l’archiviazione che mi è però stata negata (vedi allegato).

All’ultimo incontro in Comune a Sorbolo, tenutosi il 03-02-10, era presente anche il Marini, invitato dal Sindaco stesso. E’ così emerso il suo disappunto per le migliorie apportate ai recinti dei cani, sostenuto dal suo legale nella lettera che ho ricevuto successivamente (vedi allegato).
Il Comune, preoccupato di partecipare involontariamente ad abuso edilizio, continua a tergiversare nell’erogarmi i soldi stanziati dalla Provincia.

Questo è quello che mi posso aspettare da un\`Amministrazione insensibile alle problematiche animaliste. La Zanic! helli stessa disse in presenza degli astanti che tanto i cani potevano aspettare, che se erano all’addiaccio già da un po’ potevano starci ancora…

Dimenticavo:
la soluzione del Comune di Sorbolo alla mia drammatica situazione sarebbe dare in adozione in men che non si dica i cani, diversamente li darebbero a Bocchi (già, perché loro sono convenzionati con un canile lager, lo sapevate?) e io me ne dovrei andare in affitto altrove.

Al di là delle evidenti speculazioni e del comportamento scorretto, per noi sarebbe importante:

- che si mettesse in evidenza la drammaticità della situazione e l’incerto futuro

- divulgare la richiesta di una nuova casa in grado di accoglierci (sono pronta a cambiare località) e naturalmente ogni forma di aiuto, in quanto credo nella benignità del prossimo

So per certo che il Marini mi sta mettendo i bastoni tra le ruote anche in Gazzetta (c’è pronto un articolo di Rose Ricaldi fermo).
Di fatto da sola accudisco un vero e proprio canile i cui costi per il Comune di Sorbolo sarebbero esorbitanti, così come i costi per mantenere i cani sfrattati in una struttura convenzionata. Costi che pagherebbero i cittadini: e di questo i cittadini di Sorbolo, e non solo, DOVREBBERO venire informati!

Grazie per tutto quello che potrete fare.

Marcella Turri






L\`Associazione AmiciCani chiede alle amministrazioni locali di Sorbolo e Parma di trovare una sistemazione per la signora Marcella Turri invece di continuare a disinteressarsi di cani che altrimenti sarebbero vaganti nel territorio.
Non ci sembra corretto l\`alto disinteresse che state dimostrando cercando oltrettutto di fare il possibile per mettere disagio e difficoltà alla signora Marcella Turri e ai suoi 100 animali.





Altre notizie su! l sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl