Siracusa - Ancora Anagrafe Canine non funzionanti e fantmatici finanziamenti

Siamo soddisfatti - hanno dichiarato gli On.li Vinciullo e Falcone - perché il Governo, nella persona dell'Assessore Russo, assorbendo un nostro emendamento, ha ritenuto importante intervenire in un settore che, negli ultimi anni, ha dato non poche preoccupazioni ai Siciliani.

26/feb/2010 11.28.43 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Giovedì 18 febbraio è stato pubblicato il Comunicato dell’On. Vinciullo (Deputato Regionale- Sicilia) relativamente ai finanziamenti regionali per la prevenzione del randagismo. Questo il testo integrale del Comunicato:

Vinciullo e Falcone: “Finanziati i rifugi sanitari per la prevenzione del randagismo” - “La Commissione Affari Sociali e Sanitari ha autorizzato, per gli esercizi finanziari 2010-2011, la spesa annuale di 10.000 migliaia di euro per interventi diretti alla prevenzione del randagismo e di quelli dalla legge regionale 3 luglio 2000 n. 15. Siamo soddisfatti - hanno dichiarato gli On.li Vinciullo e Falcone - perché il Governo, nella persona dell’Assessore Russo, assorbendo un nostro emendamento, ha ritenuto importante intervenire in un settore che, negli ultimi anni, ha dato non poche preoccupazioni ai Siciliani. Tutti ricordano infatti i drammatici e tragici avvenimenti accaduti in provincia di Ragusa, che si sono conclusi, purtroppo con la tragica e dr! ammatica morte di un bambino e che hanno visto tanti uomini e donne essere aggrediti da branchi di cani lasciati inopinatamente in giro senza alcun controllo da parte delle Autorità preposte. Con questo importante finanziamento, hanno concluso gli On. li Vinciullo e Falcone - sia l’Assessorato Regionale alla Sanità quanto gli Enti Locali verranno messi nelle condizioni di poter intervenire speditamente e con l’urgenza del caso a tutela della pubblica incolumità. Appena il provvedimento verrà approvato dall’Aula nessuna esitazione e nessuna mancanza di adempimenti verrà consentita ai Servizi Veterinari, delle ASP e agli Enti Locali. Ogni giustificazione verrà a cadere!”

Nell’augurarci di non dover leggere nel prossimo futuro che una parte di questi 10 milioni di Euro siano stati, ancora una volta, spesi per tendaggi ed arredi degli uffici della Regione Sicilia, come avvenuto nel recente passato ,cercheremo di seguire con la puntuale collaborazione ed informazione de! i nostri deputati regionali, come e quando tale considerevole cifra ve rrà proficuamente impiegata nella lotta al randagismo. In tale attesa vediamo di capire quale “mancanza di adempimenti” continuiamo, purtroppo, a registrare da parte degli organi preposti a questo particolare e delicato settore della Sanità Pubblica Veterinaria. Un settore che ha spesso come utenti e vittime inconsapevoli “cani e gatti” entrambi c.d. animali d’affezione e protetti dalle leggi dello Stato.

In Ottobre e precisamente giorno 16, AmiciCani pubblicò il seguente comunicato: http://www.amicicani.com/index.php?oper=newsleggi&id=2159

Il 25 Novembre 2009, l’On. Barbara Mannucci del PDL, ha presentato un’Interrogazione Parlamentare nella quale ha segnalato la mancata cancellazione dall’anagrafe canina di centinaia di cani deceduti avvalendosi dei dati da noi forniti.
Oggi a distanza di mesi, con “l’onestà intellettuale” e materiale che ci contraddistingue, fedeli al fondamentale compito d’informare i lettori con “correttezza etica e morale”, nel r! ispetto della trasparenza e utilizzando la documentazione in nostro possesso e i dati forniti sui siti ufficiali della c.d “Anagrafe Canina Territoriale della Regione Sicilia” e del Ministero della Salute, al settore “cani, gatti e … Anagrafe Canina Nazionale ”, siamo ancora una volta costretti a segnalare che i cani in entrata alla data odierna (25/02/2010) sono 25.699 e che i microchip dei cani morti anni addietro risultano: per l’Anagrafe Canina Nazionale appartenenti all’Anagrafe Canina Territoriale della Regione Sicilia e per quest’ultima risultano ancora appartenenti “all’A.S.P. n. 8 SIRACUSA” (vedi Tabelle)
In merito a tale permanenza dei cani morti nell’Anagrafe Canina Territoriale della Regione Sicilia e Nazionale, ci asteniamo da qualsiasi commento, per non rischiare che le nostre informazioni vengano ancora una volta definite “illazioni” e ci rammarichiamo per non aver potuto ancora capire “il senso e l’utilità di tenere un ragguardevole numero di cani morti ! da mesi, da anni, da tanti anni, ancora in anagrafe canina”.

Ci rammarichiamo, di non aver potuto confrontare e discutere questi dati e la documentazione in possesso con il Direttore Generale dell’ASP n. 8 di Siracusa, Dott. Franco Maniscalco e con il Responsabile del settore Dott. Sebastiano Ficara, nonostante i nostri tentativi in tal senso. Ci permettiamo comunque di sottolineare che Il nostro è un “dovere etico e morale” per l’informazione, il loro, un settore molto importante e delicato della Pubblica Amministrazione, quindi, un dovere di trasparenza nei confronti di tutti i cittadini e nel rispetto per il benessere di animali tutelati da leggi statali e regionali. Chiudiamo ribadendo ciò che scrive L’On. Vinciullo nel comunicato: “Appena il provvedimento verrà approvato dall’Aula nessuna esitazione e nessuna mancanza di adempimenti verrà consentita ai Servizi Veterinari, delle ASP e agli Enti Locali. Ogni giustificazione verrà a cadere!”

I Microchip appartengono a cuccioli della Lega Nazionale Difesa del Cane (sono cucc! ioli del c.d. “Progetto Cuccioli” in convenzione con il Comune di Siracusa), nati nel 2005 e morti nel 2006, tutti e tre per “collasso cardiocircolatorio”. Uniche tre mortalità riscontrate all’ASP n. 8 settore veterinario nell’Aprile 2007, relativamente alle centinaia di cuccioli che sono stati in possesso della LNDC, Sezione di Siracusa quando era operativa la suddetta convenzione.

Nelle immagini:
Figura 1 - Cucciolo della LNDC sbranato nei box della Lega presso il Canile Piccolo Panda
Figura 2 - Cucciole prelevate dalla LNDC nello spazio antistante il Supermercato Simply in via Columba, dove stavano insieme alla loro mamma e delle quali nonostante richiesta all’ASP n.8, non abbiamo mai avuto notizie.











Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl