Australia - Lei non entra, quel cane gay

28/apr/2010 17.47.45 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Pensavano che il suo cane, un cane-guida per ciechi, fosse stato operato per diventare gay. E per questo motivo non lo hanno fatto entrare nel ristorante. E\` successo in Australia, ad Adelaide. Ma il cieco \"discriminato\" ha fatto causa e il Tribunale per le pari opportunità del Sud del Paese ha condannato il locale a una scusa scritta e a un risarcimento di 1.400 dollari.

Il fatto risale al maggio del 2009, quando Ian Jolly, 57 anni, voleva cenare al ristorante Thai Spice di Adelaide: l\`ingresso gli fu rifiutato perchè un cameriere dello staff aveva giudicato \"gay\" il suo cane guida.

\"Lo staff aveva pensato ingenuamente che Nudge (questo il nome dell\`animale) fosse un normale cane da compagnia che era stato operato per diventare un cane gay\", hanno spiegato i proprietari in una dichiarazione davanti alla Corte del tribunale.

Adesso, ne dovranno pagare le conseguenze. Jolly ha infatti dichiarato che questo avvenimento lo aveva successivam! ente messo in imbarazzo quando doveva andare in altri ristoranti. \"Io voglio semplicemente potere andare dovunque come tutti e avere la possibilità di uscire a cena, essere lasciato in pace e gustarmi un buon piatto\", ha dichiarato ai giornali australiani.





Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl