CLACS - Libro Rosso: Vite Rubate

Che non hanno storia ma solo cronaca di morte.

28/apr/2010 19.58.04 Associazione AmiciCani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Un epitaffio che dura il tempo di un attimo per guardare fino dentro l’anima gli occhi di queste vite rubate. Che non hanno storia ma solo cronaca di morte.

Un ricordo per questi cani che hanno vegetato ammalati, in assoluta solitudine e agonia, nell’attesa di una vita che a loro è stata rubata.

Dalla indifferenza dell’uomo.

Dalla malvagità dell’uomo.

Foto 1: Queste povere ossa ricoperte da ferite, forse piaghe da malattia, si sono consumate a poco a poco senza alcun conforto. Prima di diventare carogna.

Foto 2: Costole di paura, fame e stenti. Se ne è andato in fretta. Per fortuna.

Foto 3: Sa già che la fine è vicina e sopporta con rassegnazione il suo essere una cosa, non un cane con dignità di cane.

Foto 4: Era arrivata la salvezza per mano di una persona, quella si persona, che al cospetto di tanto orrore e tanta trascuratezza,aveva deciso di salvarlo. Completamente mangiato dai bigattini , ammalato di tumor! e all’interno dell’orecchio,anziano, stanco di aspettare, lasciato nel suo pus nei suoi escrementi a marcire. Forse per essere usato come fertilizzante. Trasportato al Nord, una eutanasia pietosa l’ha messo a dormire.

Foto 5: Un tumore che ha avuto tutto il tempo di divorargli ogni speranza, se lo è portato via. Per farlo morire più in fretta, beh nessuna cura, o intervento o pomata è stata prescritta. Così si risparmia, no?
Povera creatura a cui chiedere perdono a cui dire, non tutti gli uomini sono come li hai conosciuti nella tua vita così breve.

Solo frammenti di storia per questo cane:Era un sabato quando ho stata scattata quella foto Pioveva e lui era buttato per terra nel suo box.

Ho chiamato l\`inserviente e gli ho detto di toglierlo dal box perchè stava morendo.

Purtroppo ho trovato solo quella plastica gialla per coprirlo.

Ho aspettato per portarlo via. Ho aspettato il gestore per chiedergli il permesso di prenderlo! con me, ma non è mai arrivato ed io mi sono dovuta arrendere ed andar mene!

Sono tornata il lunedì per prenderlo ma mi è stato detto che era, nel frattempo.
Deceduto. Di domenica quando per tutti è festa.

Queste vite quasi rubate, ferite, sanguinati, malate, respirano ancora flebilmente.

Ora, in questo momento.

Chiliamacisegua non garantisce per la durata della loro esistenza, mentre state leggendo.

Fino a quando potranno resistere senza cure, senza attenzioni, senza provvedimenti e responsabilità che la Legge 281/1991 prevede?


Chiliamacisegua

www.chiliamacisegua.org















Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl