Roma - Ennesima vergogna di AVCPP Associazione Volontari Canile di Porta Portese - Cronaca di una morte annunciata

02/lug/2010 11.13.25 BrigataCaniVittimedi Avcpp Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Ecco la cronaca dell'ennesima morte annunciata all'interno dei canili
comunali di Roma, ancora purtroppo gestiti dalla "onlus" AVCPP:
In memoria della povera gattina PINKY affinchè la sua morte non sia
stata inutile...

fonte:
http://www.facebook.com/#!/group.php?gid=48510483546&ref=ts


UNA TRAGEDIA ANNUNCIATA CHE SI POTEVA EVITARE
Vi racconto una triste storia, purtroppo vera (ci sono diversi
testimoni), occorre fare, però, una premessa:
la presidente avcpp Simona Novi, volontaria all'ex Poverello ed
autonominatasi “responsabile volontari avcpp” dello stesso canile, per
puro astio personale nei miei confronti, ha imposto agli altri
volontari avcpp di considerare i cani che faccio uscire io come se non
fossero usciti e, quindi, da riportare in passeggiata;
sabato 26 giugno 2010 la Novi ha fatto riuscire gli stessi cani che
avevo portato a spasso la settimana scorsa ed in particolare il cane
di nome Ryan, noto a tutti per essere un cane molto forte ed
esuberante (ci tengo a precisare che con le persone è un cane
buonissimo, onde evitare che quello che è successo e che qui vi
racconto possa in qualche modo danneggiare il cane);
Ryan non sarebbe quindi dovuto uscire quel sabato se la Novi avesse
rispettato i turni di uscita;
il rancore personale nei miei confronti non avrebbe dovuto riversarsi
sui cani che seguo con tanto amore, soprattutto perché la Novi - quale
presidente di una “onlus” animalista - avrebbe dovuto dare a tutti il
buon esempio e, invece, ha creato un clima di odio.
Tutto ciò premesso, questo è quanto accaduto sabato 26 giugno 2010:
nella mattinata la Novi ha riportato fuori il cane Ryan e nel passare
davanti al piazzale all'entrata del canile dove sono SEMPRE presenti
gatti, invece di tenere stretto il cane, gli ha lasciato la corda
lenta ed il cane si è avventato su una gatta di nome Pinky tenendola
per tanti minuti in bocca tra le urla disperate di lavoratori e
volontari che hanno cercato in ogni modo di liberarla.
Tutti i volontari del Poverello, anche l'ultimo arrivato, sanno che in
quel punto del canile si deve passare velocemente e con la corda
stretta ai cani per evitare incidenti del genere, ma la presidente ha
dato la colpa al cane Ryan che l'avrebbe strattonata.
Meno male che erano presenti diversi testimoni che sono imbestialiti
per la superficialità con cui la Novi porta in passeggiata cani con
cui bisognerebbe avere particolare attenzione.
Risultato:
il cane Ryan, una maschera di sangue, era sotto shock, ma per fortuna
non ha riportato conseguenze;
la gatta Pinky portata alla Clinica SOS Colli Portuensi in gravi
condizioni, è successivamente morta.
Quali considerazioni trarre?
In altre circostanze si sarebbe potuto dire che sono cose che possono
accadere, ma in realtà non si tratta di un caso isolato poiché già
altre volte la Novi ha fatto scappare dei cani sempre perché teneva
lenta la corda: il penultimo grave episodio risale al 6 giugno scorso
quando un'altra volontaria è dovuta correre sulla Via del Mare,
rischiando anche la sua vita, per riprendere un cane che era scappato
alla presidente.
Se la Novi avesse rispettato il volontariato altrui (in particolare il
mio), la tragedia di ieri non sarebbe accaduta perché il cane Ryan era
uscito la domenica precedente con la sottoscritta.
Se la Novi rispettasse le buone regole di come si porta a spasso un
cane, regole che impone agli altri volontari, questa tragedia non
sarebbe accaduta.
Faccio presente che le regole non sono MAI rispettate dalla presidente
che si presenta ogni volta in canile con le sue due cagnolone che
lascia libere per tutto il canile - facendo agitare tutti i cani nelle
gabbie - per poi metterle in un recinto tutto il tempo che si ferma
all'ex Poverello: cosa accadrebbe se ogni volontario si comportasse
così?
Rivolgo un invito a tutti i volontari delle 4 strutture comunali,
essendo a conoscenza del clima di odio e della campagna di
diffamazione che la presidente Novi ha perpetrato da lungo tempo nei
miei confronti tanto che mi vengono riportati commenti negativi su di
me di volontari di Muratella che non conosco: RAGIONATE CON LA VOSTRA
TESTA PRIMA DI FARVI UN'IDEA DI UNA PERSONA CHE NON CONOSCETE E
PENSATE AL BENE DEI CANI PRIMA DELLE ANTIPATIE VERSO LE PERSONE.


PINKY ORA NON C'E' PIU', GRAZIE PRESIDENTE.


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl