Assemblea costituente L.I.D.A. Gela (CL)

03/ott/2011 07.58.10 Ufficio Stampa L.I.D.A. Sicilia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

 

Comunicato Stampa LIDA:

 

 

 

 

ANIMALI, ASSEMBLEA COSTITUENTE DELLA SEZIONE GELESE DELLA LEGA ITALIANA PER I DIRITTI DELL’ANIMALE.

 

Domani venerdì 11 marzo alle ore 18 c.a. presso il bar Hunter in piazza Salandra a Gela (CL) si terrà l'assemblea costituente della sezione L.I.D.A. Gela. L’assemblea è aperta a tutti coloro che vogliano concretamente dare il proprio contributo alla causa animalista nel contrasto al dilagante fenomeno randagismo in città, collaborando con le Istituzioni nell’applicazione degli strumenti di prevenzione impartiti dalla L.R. 15/2000, che obbliga i Comuni alla sterilizzazione dei randagi ed al controllo dell’iscrizione dei cani padronali all’anagrafe canina attraverso l’inserimento del microchip entro 60 giorni dalla nascita.

 

A tre anni dalla costituzione del nucleo provinciale nisseno della Lega Italiana per i Diritti dell'Animale, finalmente anche gli amanti degli animali gelesi avranno l'opportunità di organizzarsi in un'Associazione che si prefigge di affermare e tutelare i diritti degli amici a quattro zampe battendosi contro ogni forma di sfruttamento e violenza sull'ambiente e  promuovendo una corretta convivenza tra l'uomo e gli altri animali. Promotore dell'iniziativa Massimo Greco, cittadino gelese da sempre molto attento alle problematiche randagismo che interessano il suo Comune.

Ad illustrare compiti ed obiettivi della nascente sezione L.I.D.A. sarà Salvatore Colonna, responsabile provinciale di Caltanissetta e coordinatore regionale delle Guardie Zoofile L.I.D.A.. "Sono purtroppo sempre numerosissime - segnala Salvatore Colonna-  le segnalazioni che giungono ai nostri numeri telefonici dalla città di Gela che riguardano avvelenamenti, abbandoni, maltrattamenti animali e mancati interventi di pronto soccorso su animali malati o incidentati. Sono inoltre in molti a denunciare la presenza di diversi gruppi di cani vaganti su cui non si è mai attivato alcun programma di sterilizzazione e microchippatura per limitarne la riproduzione incontrollata; a tali attività di prevenzione devono provvedere i Comuni in collaborazione con l'ASP 2 nissena come previsto dalla L.R. 15/2000. Stessa attenzione sarà dedicata all'anagrafe canina ed agli obblighi previsti per i proprietari di cani. Il microchip è infatti un fortissimo deterrente alla diffusissima pratica dell'abbandono (soprattutto di cuccioli), tanto più che oggi per legge un cucciolo va iscritto all'anagrafe entro i 60 giorni di vita.

Oggi, grazie alla determinazione dell'amico Massimo, le moltissime persone sensibili a queste tematiche, avranno l'opportunità di organizzarsi in un'Associazione che faccia ufficialmente da sentinella alle inadempienze degli organi preposti, collaborando attivamente con le Istituzioni (Comune, ASP e A.P.) al contenimento del fenomeno randagismo."

 

 


 

10.03.2011

Informazioni: LIDA  334.2332583

 

 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl