Un cane lo ha aiutato a scoprire la sua missione

01/feb/2012 10.35.20 Lota Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Mi ha colpito molto la notizia che parla di Davino Fazia, ex militare ufficiale degli alpini, che dopo una lunga serie di missioni pericolose in paesi esteri fra cui il Libano, la Palestina e il Ruanda, ha trovato finalmente la pace e la gioia fra i cani. Dice di essere un uomo migliore da quando ha iniziato a perdersi nella semplicità dei suoi amici a quattro zampe.

Davino Fazia durante il suo incarico ha visto tanto odio, violenza e crudeltà, per questo quando è tornato in Piemonte ha deciso di rifugiarsi in una baita in Val Chisone alla ricerca di un pò di tranquillità. Un bel giorno si è presentato di fronte a lui un cane randagio che ha segnato per sempre la sua vita perchè gli ha fatto comprendere quale fosse la sua vera missione. Da allora Davino è diventato un volontario del Rifugio di Cavour (To), di cui ora è il responsabile.

L’uomo è soddisfattissimo del suo lavoro al rifugio, dal suo arrivo infatti le dimensioni del canile si sono quadruplicate, è stato creato un padiglione riscaldato per i cani più anziani, uno per le pensioni temporanee e ci sono due infermerie, in totale sono quindici persone che collaborano per il rifugio. Davino è soddisfatto soprattutto del fatto che i cani entrati nel canile di Cavour nel 2011 sono stati quasi tutti adottati.

Per approfondire: Animal Vibe

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl