NO!! ALLO SCEMPIO IMMANE: IL CIRCO CON ANIMALI!!!!

25/apr/2014 00.50.44 Laleh Rashtian Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Perugia, 23 Aprile 2014.

Intervista a Laleh Rashtian, attivista per i diritti degli Animali.

Tematica: Presidio contro il circo Martini-Orfei che si è attendato a Pian di Massiano, Perugia, dal 17 al 28 Aprile 2014.

Domande a cura di Giulia Borsci, sostenitrice dei diritti degli Animali.

 

 

1- Buon giorno Laleh, puoi presentare la tua attività di protesta contro il circo con Animali e spiegare quali sono gli scopi finali del presidio?

Sono un'attivista per i Diritti Animali, Vegan da 15 anni  (nota: Il veganismo è una filosofia di vita basata sul rifiuto di ogni forma di sfruttamento degli animali, per alimentazione, abbigliamento, spettacolo e ogni altro scopo ed è una pratica alimentare basata sull'esclusione di tutti i cibi di origine animale), da molti anni presidio ad oltranza tutti i circhi con Animali che si attendano a Perugia, dal primo all'ultimo giorno.

I presidi hanno lo scopo di informare le persone a 360° sulla sofferenza, lo sfruttamento, la schiavizzazione e la detenzione fino alla morte degli Animali reclusi nei circhi, disincentivando il pubblico a entrare.

Nel corso di questi anni, e anche durante il presidio attuale, ogni giorno molte persone, dopo essere state informate,decidono di tornare indietro e non entrare al circo, di non far assistere i propri figli ad uno scempio simile; in passato successe anche che diverse persone mi raccontarono, addirittura,  che, pur avendo già acquistato il biglietto, dopo aver sentito le mie parole al megafono sulle condizioni atroci e la NON vita a cui sono costretti gli Animali reclusi per sempre nei circhi, si fecero rimborsare l'importo del biglietto alla cassa del circo, avendo preso coscienza della realtà dei fatti.

 

2- Da quanto svolgi questa attività e quali sono i risultati che hai potuto constatare nel tempo?

Svolgo quest'attività da diversi anni, i risultati che ho potuto constatare nel tempo sono soddisfacenti, l'affluenza del pubblico che si reca  al circo è sempre più bassa.              

 

3- Quali sono le disposizioni di legge attuali riguardanti i circhi che impiegano Animali in Italia?

Ad oggi la legge inerente il circo con Animali, se si provassero a mettere assieme tutti i decreti e le circolari ministeriali, si otterrebbe un discreto accumulo di scartoffie, tutte discendenti dalla vecchia legge circo risalente al 1968. In base a tale obsoleta e assurda disposizione, ai circhi è riconosciuta una incredibile “funzione  sociale”; sono proprio queste due parole inverosimili che danno diritto ai circensi di accedere ad una quota del Fondo Unico dello Spettacolo (FUS) suddivisa a sua volta in più capitoli di spesa tra cui quello relativo ai contributi per gli spettacoli in Italia, quelli per le rappresentazioni estere, i contributi per l'editoria, le scuole circensi, le rassegne circensi e addirittura una casa di riposo.

Di questi contributi la maggiore beneficiaria, almeno per il capitolo più cospicuo, quello sugli spettacoli in Italia, è l’impresa che gestisce il circo di Moira Orfei.

Tra gli altri maggiori beneficiari seguono meno di dieci circhi nella quasi totalità appartenenti all’Ente Nazionale Circhi, la stessa organizzazione di categoria del Moira Orfei. 

Da questi dati si capisce il perché il mondo circense si oppone tanto alla proposta di finanziare il circo senza Animali.

I contributi che pervengono alle rassegne senza Animali sono infinitesime. Inutile aggiungere che la vecchia legge del 1968 nulla dice sugli Animali, anzi, prevedendo che i Comuni debbano fornire un’area per l’attendamento, fornisce il presupposto affinché i circensi possono far crollare le Ordinanze o Regolamenti comunali che vietano il circo con Animali. 

Rimangono in vigore, invece, le Ordinanze o Regolamenti che disciplinano l’arrivo del circo facendo fede alle Linee Guida rilasciate dal Ministero dell’Ambiente  sul mantenimento di alcune specie Animali nei circhi. 

Tali disposizioni, cambiate per ben tre volte in dieci anni e tutte le volte a favore del circo, pur nella loro disponibilità nei confronti della cattività Animale, sono state continuamente attaccate dal mondo circense. Non sono inserite in una legge, ma emanate da una Commissione Tecnica ai sensi di una legge. 

La differenza da adito a varie interpretazioni ma, ad ogni modo, sono dei riferimenti utili, ad esempio nel caso di una denuncia. 

Considerata la loro permissività (tanto per intenderci non è perentorio il divieto della catena agli elefanti, figuriamoci tutto il resto ….) non è forse un male. 

Viceversa diventerebbero legge speciale, i circhi non incontrerebbero grandi difficoltà ad adattarsi, ed eviterebbero il reato delitto sul maltrattamento di Animali,  cosi come purtroppo previsto dalla legge 189/04.

Liberi di continuare ad utilizzare catene e spazi angusti. 

Vi sono poi le speranze per una legge che vieti il circo con Animali. E’ bene dire subito che in materia di circo non vi è alcuna volontà politica. Non vi è mai stata. La proposta attuale è ridotta ad un articolo all’interno della proposta sul Testo Unico dello Spettacolo dal Vivo. In tale articolo vi è la sola previsione di agevolazioni fiscali per il circo senza animali quando già un altro articolo specificatamente considera le agevolazioni per tutte le categorie di spettacolo viaggiante, ivi compresi i circhi con Animali.

 

4- Quanto sono informate le persone che incontri durante i presidi rispetto le reali condizioni degli animali nei circhi?

Le persone che incontro durante i presidi variano di categoria: ci sono persone abbastanza informate, persone infinitamente ignoranti e insensibili a riguardo(gli irriducibili del circo, sono rimasti pochissimi ma convinti nella loro inesauribile e mera ignoranza) persone relativamente informate e altre che, pur sapendo, continuano ad entrare, con la scusa dei bambini, ma io li informo ogni volta del fatto che sono i genitori a dover educare i bambini e non il contrario!  Spesso accade che genitori con figli in fasce asseriscono di essere lì solo per i bambini "che vogliono vedere gli Animali dal vivo"... assurdo!!! I veri colpevoli sono i genitori, loro vogliono andare al circo e non i figli! I bambini una volta informati non vogliono entrare, i genitori spesso si...

Messaggio per tutti:

Il circo con Animali uccide la DIGNITA', la LIBERTA', l'EQUILIBRIO MENTALE DEGLI ANIMALI RECLUSI A VITA SENZA AVER COMMESSO ALCUN REATO.  Insegna ai tuoi figli il rispetto per chi soffre, il senso di giustizia, l'empatia! NON FREQUENTARE CIRCHI CON ANIMALI! Che comportano sempre sofferenza, sfruttamento, crudeltà, prigionia a vita. Osservate gli occhi e lo sguardo di queste meravigliose e supreme  Creature, ne denoterete tanta disperazione e desolazione.. LORO RIVOGLIONO INDIETRO LA LIBERTA'!!! Come pretendiamo libertà noi per noi stessi, questo vale per tutti gli individui, umani e non umani, senza distinzione di specie. Basterebbe che voi rifletteste un attimo.. per un Orso è naturale ballare? Per una Tigre è naturale saltare in mezzo a un cerchio infuocato? Per un Elefante è naturale mantenere il proprio peso (diverse tonnellate) sulle sole zampe posteriori? PER TUTTI.. E' NATURALE VIVERE PER SEMPRE INGABBIATI E INCATENATI????

Gli Animali del circo per eseguire certi "numeri" vengono torturati, con il pungolo, la frusta, i bastoni, le catene, i digiuni, le sevizie, le urla.. picchiati e umiliati giorno e notte, terrorizzati, completamente snaturati, ridotti a burattini nelle grinfie dei loro luridi aguzzini!!!
Alcuni circhi in tutto il mondo hanno scelto di non utilizzare più gli Animali, si tratta del 'circo contemporaneo' dove ad esibirsi è solo chi DAVVERO vuole farlo ( giocolieri, clown, comici, trapezisti, mimi, contorsionisti) e non chi vi è COSTRETTO a suon di legnate dalla mattina alla sera.. è l'unico che devi frequentare, l'unico in linea e in sintonia con una società che si autodefinisce "civile".

In tutti questi anni la gente è stata informata bene  durante i miei presidi, e la maggior parte di quelli che all'inizio non sapevano, una volta essere stati informati non sono mai più andati al circo.

 

 

5- Puoi spiegare in sostanza quali sono le reali condizioni di questi animali e come vengono trattati e addestrati? Cosa è importante che tutte le persone sappiano al riguardo? Puoi spiegare quali sono i metodi di addestramento utilizzati?

La storia degli Animali reclusi nei circhi è una storia di violenza fatta di gabbie anguste, fruste e catene. Gli Animali sono completamente soggiogati alla volontà dei loro aguzzini e condizionati a svolgere sempre gli stessi movimenti. L'addestramento avviene soggiogando totalmente la volontà dell'Animale, narcotizzato, costretto a lunghi digiuni, il suo comportamento viene condizionato a causa delle torture e delle violenze fisiche e psicologiche. Il risultato è un Animale reso un automa, costretto al "gioco" della frusta. La stessa Liana Orfei dichiara testuali parole: “Quando la belva entra per la prima volta in pista è come se un troglodita entrasse in un mondo nuovo; bisogna quindi lasciarle il tempo di guardarsi intorno affinché, a poco a poco, impari a conoscere l’ambiente. Quindi la si fa ritornare nella sua gabbia-tana e poi di nuovo in pista. Si continua così, avanti e indietro, avanti e indietro, cento volte e più, fin quando sempre inseguendo la carne, è costretta a salirvi sopra. Quando  arriva sullo sgabello il domatore gliene da dieci-dodici di pezzettini. La belva va giù? Il domatore le dà la frustatina, perché ha fatto male a scendere. Poi ricomincia la  storia con la carne finché la belva si rende conto che se va su riceve dieci-dodici pezzettini di carne, se va giù la picchiano, e allora va su”.  

 

 

6- Come e dove possono informarsi i cittadini al riguardo?

Se volete informarvi in modo più approfondito in merito consultare i siti:

http://www.agireora.org/circhi/ 

http://www.tradizioniviolente.org/circo1.html

 

7- E' diseducativo portare i bambini nei circhi con animali? Perché?

Il circo con Animali è fortemente diseducativo per i bambini, che cresceranno privi di EMPATIA  , pensando che tutto sia lecito.. il deridere chi soffre, fare il prepotente con chi non può difendersi, opprimendo il più debole... se solo i bambini sapessero cosa si cela dietro le quinte dello"spettacolo" più indegno, vergognoso, infame, retrogrado, crudele, obsoleto e barbaro che possa mai esistere.. sarebbero loro stessi i primi ad odiarlo!

(Note: da Wikipedia, l'enciclopedia libera: “L'empatia è la capacità di comprendere appieno lo stato d'animo altrui, sia che si tratti di gioia , che di dolore. Empatia significa sentire dentro ed è una capacità che fa parte dell’esperienza umana ed animale. Si tratta di un forte legame interpersonale e di un potente mezzo di cambiamento. Il concetto può prestarsi al facile riduttivismo mettersi nei panni dell’altro, mentre invece significa andare non solo verso l’altro, ma anche portare questi nel proprio mondo. Essa rappresenta, inoltre la capacità di un individuo di comprendere in modo immediato i pensieri e gli stati d'animo di un altro individuo. L'empatia è dunque un processo: essere con l'altro.

È una forma molto profonda di comprensione dell'altro perché si tratta d'immedesimazione negli altrui sentimenti. Ci si sposta da un atteggiamento di mera osservazione esterna al come invece si sente interiormente (in quei panni, con quell'esperienza di vita, con quelle origini, cercando di guardare attraverso i suoi occhi”).

Insegna ai tuoi figli il rispetto per chi soffre, l' EMPATIA, NON frequentare circhi con Animali che comportano sempre sofferenza e sfruttamento, frequenta solo circhi che non usano Animali, dove ad esibirsi sono individui che scelgono di esibirsi e non chi vi è costretto a suon di botte e vessazioni fisiche e psicologiche ogni istante della loro NON vita fino alla morte.

Dichiarazioni degli psicologi:

http://www.informarezzo.com/permalink/16630.html

 

 

8- Quali leggi e normative permettono la compravendita e l' utilizzo degli animali nei circhi? Ci sono degli organi di controllo?

Linee guida per il mantenimento degli Animali nei circhi e nelle mostre itineranti: http://www.agireora.org/download/regolamento.pdf

 

9- Cosa viene  fatto agli animali da circo quando non sono più in grado di svolgere gli esercizi e gli show, a causa di malattia o vecchiaia?

Gli Animali reclusi nei circhi, una volta finiti di essere sfruttati fino alla fine, inutili per vecchiaia o per malattia,  vengono uccisi e immediatamente sostituiti con nuovi prigionieri.

               

10- Consigli utili al cittadino per opporsi, a parte non andare al circo con animali.

Ai cittadini consiglio di informarsi a 360° e informare a loro volta, rendersi attivi immediatamente per opporsi concretamente a questo scempio. Scrivete una lettera personalizzata ai giornali locali per dimostrare il vostro totale dissenso, oltre ovviamente al Sindaco e al Comune di Perugia, a questo proposito potete firmare la petizione on-line:

 https://secure.avaaz.org/it/petition/Sindaco_di_Perugia_Wladimiro_Boccali_Comune_di_Perugia_Ordinanza_ANTICIRCHI/?fbss

 

Anche se attualmente  i comuni in Italia possono fare poco o niente per vietare l'attendamento dei circhi con Animali nel proprio territorio, perché i circhi in Italia sono ricorsi al TAR e hanno vinto; per quest'anno è andata così, ma consegnerò ugualmente le firme  raccolte contro l’ attendamento dei circhi con Animali a Perugia al Sindaco, per chiedere la formulazione e l’ attuazione di norme severamente restrittive e controlli effettivi per i circhi con Animali che si attendano a Perugia.

Partecipate ai presidi per dire NO a questo scempio immane!!!  

 

Se volete informazioni sulle mie iniziative: presidi, tavoli informativi, informazione nelle scuole e università, conferenze ecc.. 

Questi sono i miei contatti: laleh.rashtian@virgilio.it

facebook: Laleh Rashtian

                Vegan=Empathy

                Italia Senza vivisezione Umbria

 

11- Perché, secondo te, molte persone sono attratte animali che vengono privati della loro libertà, costretti a questo tipo di vita a scopo ludico?          

Le persone che sono attratte da simili obbrobriosi "spettacoli" che riducono Individui senzienti a pagliacci e burattini nelle grinfie dei loro aguzzini, sono persone che trattano gli altri Animali (siamo TUTTI Animali, umani e non) come 'cose', convinti che si possano usare per il loro divertimento personale. Oltre ovviamente a non rendersi conto, ma,più che altro,  a non voler rendersi conto di cosa significhi partecipare, finanziare, supportare la VERGOGNA DELLE VERGOGNE: il circo con Animali.

GLI ANIMALI NON SI DIVERTONO AFFATTO AL CIRCO! Il CIRCO CON ANIMALI è SOFFERENZA GRATUITA A PAGAMENTO CHE VIENE FINANZIATA DA CHI VA AD ASSISTERE AGLI SPETTACOLI!!!

BASTA CON LE TORTURE!! BASTA CON LA PRIGIONIA E LO SFRUTTAMENTO!!! NO AL CIRCO CON ANIMALI!!!!!

SIAMO TUTTI ANIMALI, E TUTTI ABBIAMO LO STESSO SACROSANTO DIRITTO AL RISPETTO, ALLA LIBERTA', ALLA DIGNITA'.

 

Laleh Rashtian (Attivista per i Diritti Animali)

      

 


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl