Comunicato LAV. PALIO DI SIENA, CAVALLO E FANTINO FERITI. LAV: SIENA NON PUO' TRATTARE I CAVALLI COME MACCHINE DA CORSA E CARNE DA MACELLO.

02/lug/2007 13.49.00 LAV - Ufficio Stampa nazionale Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

Comunicato stampa LAV 2 luglio 2007

 

PALIO DISIENA, PROVA CON CAVALLI FERITI: RITIRATO BRENTO (26 PUNTI DI SUTURA), UNFANTINO OPERATO.

LA LAV:TROPPI INCIDENTI, SIENA NON PUO’ CONTINUARE A TRATTARE I CAVALLI COMEMACCHINE DA CORSA E CARNE DA MACELLO.

 

“Troppiincidenti al Palio di Siena: non si tratta di sfortuna ma di una corsa sullaquale gravitano troppe attese, tensioni e interessi, organizzata su un percorsoinadatto e ad una velocità rischiosa. L’unica ‘tradizione’che questo Palio riesce, purtroppo, a rinnovare è quella dei tragici incidenti:questi ultimi della vigilia si aggiungono ai circa 48 cavalli deceduti e ainumerosi rimasti feriti, dal 1970 a oggi: Siena non può continuare a trattare icavalli come macchine da corsa e carne da macello.”

 

Con questa dichiarazioneil presidente della LAV Gianluca Felicetti commenta i recenti gravi incidentiverificatisi venerdì scorso a Siena: il cavallo Brento della contrada dellaChiocciola, avrebbe riportato 26 punti di sutura ed è stato ritirato dallacorsa di questa sera, caduto insieme ai cavalli Estremo Oriente della contradadella Lupa e Delizia de Ozieri della contrada della Civetta, mentre il fantinodella Civetta avrebbe riportato un trauma cranico, la frattura di un polso ed èstato operato. L’incidente sarebbe stato causato dal canape sganciato inritardo dal mossiere.

 

2 luglio 2007

Ufficio Stampa LAV 06.4461325 - 339.1742586  www.lav.it

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl