Comunicato LAV. TORINO, CAMPIONATO DEL MONDO PER CANI DA DIFESA. LAV: SOSPENDERE MANIFESTAZIONE PERCHE' A RISCHIO MALTRATTAMENTI.

07/set/2007 17.49.00 LAV - Ufficio Stampa nazionale Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Comunicato stampa LAV

 

CAMPIONATO DEL MONDO – WORLD CHAMPIONSHIPS PER CANI DAUTILITÀ E DIFESA (TORINO, 6-9 SETTEMBRE).

LA LAV: SOSPENDERE LA MANIFESTAZIONE PERCHE’ A RISCHIODI MALTRATTAMENTI.

 

La LAVsollecita il Sindaco di Torino, Sergio Chiamparino, a sospendere il “Campionato del Mondo – WorldChampionships per cani da utilità e difesa”, in programma finoal 9 settembre allo Stadio Nebiolo di Torino,per la parte che riguarda le attività e le prove di“difesa”, proponendo formale diffida dall’autorizzarel’uso di cani perché gli esercizi di difesa e attacco previsti agliarticoli 28, 29, 30 e 31 del Regolamento nazionale di Utilità e DifesaApprovato dal Consiglio Direttivo dell’ENCI (in vigore dal 2005), cosìcome descritti comporterebbero numerose violazioni dell’attuale normativaa tutela degli animali (legge 189/04) e dell’Ordinanza del Ministerodella Salute “Tutela dell’incolumità pubblicadall’aggressione di cani” (dicembre 2006) che, all’articolo1, vieta “l’addestramento inteso ad esaltare l’aggressivitàdei cani”.

 

Il Regolamento dell’ENCI prevede per i canidiscutibili esercizi di incitamento alla difesa e all’attacco, conl’uso di bastoni, fino alla previsione di esercizi “corpo a corpo” e checonsistono perfino nell’assestare “alcane colpi di bastone sulle parti del corpo meno sensibili”.

 

Attraverso questa diffida la LAV chiede anche che ilServizio Veterinario Asl, la Polizia Municipale e il Questore di Torino,dispongano i controlli previsti dalla legge vigilando sulla corretta detenzionedegli animali utilizzati, avendo riguardo di accertarne lo stato di salute el’idoneità all’impiego nella manifestazione, escludendo qualsiasicomportamento che possa arrecare danni agli animali coinvolti o che possaesaltare la loro aggressività.

 

“Alcune proveprevedono che i cani siano percossi a colpi di bastone, dunque la probabilità di sottoporre questi animali a strazio, sevizie o apossibili incidenti, è elevatissima, con evidente rischio di incorrere nelreato di maltrattamento di animali - dichiaraCiro Troiano, responsabile LAV settore SOS maltrattamenti - E’incredibile che, dopo anni di polemiche e di caotico allarmismo sulla presuntaaggressività di alcuni cani, si possano autorizzare manifestazioni di questotipo che prevedono incitamentiall’attacco sull’uomo e l’uso di bastoni. L’articolo 544-quater del Codice penale vietagli spettacoli e le manifestazioni che comportano strazio o sevizie per glianimali, prevedendo la reclusione da quattro mesi a due anni e la multa da 3.000 a 15.000 euro.L’articolo 544-ter del Codice penale, invece, punisce con la reclusionefino a un anno o con multa fino a 15.000 euro, coloro che per crudeltà o senzanecessità, provocano una lesione a un animale ovvero lo sottopongono a sevizieo a comportamenti o a fatiche insopportabili per le sue caratteristicheetologiche.”

 

L’Ufficio Legaledella LAV si riserva di intervenire con ogni azione che riterrà opportuna atutela degli animali coinvolti, qualora ne ricorrano i presupposti; inoltre,l’Associazione  sarà presente alla manifestazione con unadelegazione di volontari per monitorare eventuali violazioni dei diritti deglianimali.

 

7.9.2007

Ufficiostampa LAV 064461325 - 3391742586 www.lav.it

 

 

A breve il mio indirizzo cambierà in: ufficiostampa@lav.it Aggiorna la tua rubrica,grazie!

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl