Comunicato. ANIMALISTI IN PIAZZA IL 20 OTTOBRE A ROMA PER CHIEDERE UNA SVOLTA EFFICACE AL GOVERNO PRODI ANCHE IN TEMA DI DIRITTI ANIMALI.

Inoltre gli animalisti chiedono che il Governo dia seguito alle seguenti proposte, già elaborate dalle associazioni animaliste: - caccia: rapidaapprovazione della proposta di legge n.° 1668, che impedisce ai cacciatori illibero accesso ai fondi privati - garantito oggi dal retaggio legislativodall'epoca fascista - costituente gravi pericoli per l'incolumità pubblica elimitazioni della libertà personale per milioni di privati cittadini, con conseguente allarme sociale; divieto di concessione dideroghe ai cacciatori da parte degli Enti Locali e piena applicazione dellalegge 157/92 e delle recenti normative comunitarie in materia venatoria; - alimentazione:approvazione della proposta di legge che garantisce l'offerta di un'alternativavegetariana e vegana correttamente bilanciata in tutte le mense pubbliche (ospedali,scuole, uffici pubblici, ecc.);

17/ott/2007 13.00.00 LAV - Ufficio Stampa nazionale Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

COMUNICATO STAMPA

COORDINAMENTO NAZIONALE ANIMALISTA PER LAMANIFESTAZIONE DEL 20 OTTOBRE

GLI ANIMALISTIIN PIAZZA IL 20 OTTOBRE A ROMA PER CHIEDERE UNA SVOLTA EFFICACE AL GOVERNOPRODI ANCHE IN TEMA DI DIRITTI ANIMALI.

In vista della manifestazione del 20 ottobre a Roma, anche il movimento animalista scenderà in piazza per chiedereuna svolta efficace al governo Prodi anche in tema di diritti animali. Glianimalisti porteranno le proprie proposte all'interno degli altri temi dellamanifestazione per affermare che  anche i diritti di chi non appartienealla nostra specie hanno piena cittadinanza tra i temi alla base dellacostruzione di una società più giusta, equa e nonviolenta.

Gli animalistisi ritrovano alle ore 14 di sabato 20 ottobredavanti alla chiesa di Santa Maria degli Angeli, in piazza della Repubblica aRoma , sotto lo striscione "Dirittianimali, giustizia, nonviolenza, solidarietà".


La richiesta al governo Prodi è quella di rispettare gli impegni in tema didiritti animali, riportati alla pagina 153 del programma dell'Unione:

-   vivisezione: siano fissatiimpegni concreti per la diffusione dei metodi alternativi con l'obiettivo diuna progressiva e completa sostituzione degli animali nelle sperimentazioni;sia stabilito anzitutto l'obbligo di utilizzo dei metodi sostitutivi la cuivalidità scientifica è già stata certificata;

-  allevamenti, trasporti emacellazioni : sia "rivista la normativa sul benessere deglianimali negli allevamenti, stabilendo rigidi principi etologici persalvaguardare il benessere di tutti gli animali utilizzati nell'industriazootecnica, prevedendo efficaci strumenti di controllo e monitoraggio";

 biodiversità: sianoaumentati i fondi per la protezione e l'aumento dei parchi e delle areeprotette nel nostro paese;

-  inserimento della tutela dei non umani nella Costituzione
;

-  prodotti di foca:si  approvi una legge definitiva che vieti l'importazione e ilcommercio di tutti i prodotti derivanti dall'uccisione delle foche (pelli,pellicce, grasso e olio).

Inoltre gli animalisti chiedono che il Governo dia seguito alle seguenti
proposte, già elaborate dalle associazioni animaliste:

-   caccia: rapidaapprovazione della proposta di legge n.° 1668, che impedisce ai cacciatori illibero accesso ai fondi privati - garantito oggi dal retaggio legislativodall'epoca fascista - costituente gravi pericoli per l'incolumità pubblica elimitazioni della libertà personale per milioni di
privati cittadini, con conseguente allarme sociale; divieto di concessione dideroghe ai cacciatori da parte degli Enti Locali e piena applicazione dellalegge 157/92 e delle recenti normative comunitarie in materia venatoria;

-  alimentazione:approvazione della proposta di legge che garantisce l'offerta di un'alternativavegetariana e vegana correttamente bilanciata in tutte le mense pubbliche (ospedali,scuole, uffici pubblici, ecc.); elaborazione di programmi informativi ededucativi sui vantaggi dell'alimentazione
vegana/vegetariana per la salute umana, ad opera del Ministero della Salute.

Qui sotto, l'appellolanciato dal Coordinamento nazionale animalista per la manifestazione del 20ottobre

Maggiori informazioni sulla manifestazione sul sito
www.20ottobre.org

Per ulteriori informazioni è possibile contattare Gualtiero Crovesio, delCoordinamento animalista per il 20 ottobre, all'indirizzo gualtiero.crovesio@gmail.com,tel. 347-9667631.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Il 20 ottobre a Roma anche il movimento animalista in piazza!

Appello per una massiccia partecipazione da parte del mondo animalista
italiano -


Ci battiamo per chi non può rivendicare i propri diritti fondamentali,
ma può soffrire se questi gli vengono negati.


In vista della manifestazione del 20 ottobre a Roma, facciamo appello al
movimento animalista affinché scenda in piazza per chiedere una svolta
efficace al governo Prodi anche in tema di diritti animali. Proponiamo di
coniugare i sette punti chiave alla base di questa manifestazione con il
tema della giustizia tra le specie.

Le politiche neoliberiste, portate avanti sino ad ora anche dal governo

Prodi, nella loro esasperata ricerca del profitto rappresentano un attacco
allo stato sociale, ai diritti individuali e all'ambiente. Allo stesso modo,
minano il diritto all'esistenza degli animali non umani, ridotti a meri
strumenti a disposizione delle scelte economiche di questo sistema.

La lotta per l'affermazione dei diritti animali è fondamento per la
costruzione di una società che offra garanzie e protezione sociale per tutti
i cittadini a partire dai più deboli e svantaggiati.

Come animalisti, intendiamo contribuire al 20 ottobre portando le nostre
proposte, offrendo alla galassia progressista un punto di vista nuovo, utile
a far emergere tutte le contraddizioni e le ingiustizie che caratterizzano
il nostro tempo.

Saremo in piazza per la prima volta in un contesto tanto eterogeneo, con un
nostro spezzone, sotto un grande striscione comune, distribuendo migliaia di
volantini, nei quali chiederemo al Governo Prodi di rispettare gli impegni
programmatici sulla tutela dei non umani.

Chiediamo al Governo Prodi di rispettare gli impegni in tema di diritti
animali, riportati alla pagina 153 del programma dell'Unione:


-   vivisezione: siano fissati impegni concreti per la diffusione deimetodi
alternativi con l'obiettivo di una progressiva e completa sostituzione degli
animali nelle sperimentazioni; sia stabilito anzitutto l'obbligo di utilizzo
dei metodi sostitutivi la cui validità scientifica è già stata certificata;

-  allevamenti, trasporti e macellazioni: sia "rivista lanormativa sul
benessere degli animali negli allevamenti, stabilendo rigidi principi
etologici per salvaguardare il benessere di tutti gli animali utilizzati
nell'industria zootecnica (.), prevedendo efficaci strumenti di controllo e
monitoraggio"

-  biodiversità: siano aumentati i fondi per la protezione el'aumento dei
parchi e delle aree protette nel nostro paese

-  inserimento della tutela dei non umani nella Costituzione

-  prodotti di foca: si  approvi una legge definitiva chevieti
l'importazione e il commercio di tutti i prodotti derivanti dall'uccisione
delle foche (pelli, pellicce, grasso e olio).

Chiediamo poi che il Governo dia seguito alle seguenti proposte, già
elaborate dalle associazioni animaliste:

-     caccia : rapida approvazione della proposta di leggen.° 1668, che
impedisce ai cacciatori il libero accesso ai fondi privati - garantito oggi
dal retaggio dall'epoca fascista - costituente gravi pericoli per
l'incolumità pubblica e limitazioni della libertà personale per milioni di
privati cittadini, con conseguente allarme sociale; divieto di concessione
di deroghe ai cacciatori da parte degli Enti Locali e piena applicazione
della legge 157/92 e delle recenti normative comunitarie in materia
venatoria

-   alimentazione : approvazione della proposta di legge chegarantisce
l'offerta di un'alternativa vegetariana e vegana correttamente bilanciata in
tutte le mense pubbliche (ospedali, scuole, uffici, ecc.); elaborazione di
programmi informativi ed educativi sui vantaggi dell'alimentazione
vegana/vegetariana per la salute umana, ad opera del Ministero della Salute


I movimenti, le organizzazioni e gli individui che lottano per
l'affermazione e la tutela dei diritti dei soggetti animali sfileranno a

pieno titolo il 20 ottobre; ma solo se sapranno essere numerosi e compatti,
formando uno spezzone nutrito e colorato e superando ataviche divergenze,
potranno compiere un ulteriore passo in avanti nella battaglia per affermare
che anche i diritti di chi non appartiene alla nostra specie hanno piena
cittadinanza tra i temi alla base della costruzione di una società più
giusta, equa e nonviolenta.

Sollecitiamo la politica a dar
voce a chi non ha voce!


Appello lanciato dal Coordinamento nazionaleanimalista per la
manifestazione del 20 ottobre e sottoscritto da:

Enrico Moriconi (presidente AVDA, Consigliere regionale Piemonte),Vladimir
Luxuria (Deputata), Paolo Cacciari (Deputato), Massimo Filippi (Oltre la
Specie, Milano), Alessandra Galbiati (Oltre la specie, Milano), Fabrizia
Pratesi (Equivita), Daniela Alfonzi (Senatrice), Marilde Provera (Deputata),
Silvia Buzzelli (docente universitario), Stefano Cagno (medico psichiatra),
Sabrina Tonutti (storica, zooantropologa), Alex Arrigoni (filosofo,
zooantropologo), Marinella Correggia, Gianpiero Godio (ambientalista), Nanni
Salio ("Sereno Regis", Cantieri di pace, Torino), Goffredo Fofi(scrittore,
critico cinematografico), Gianni Tamino (docente universitario), Valerio
Pocar (docente universitario), Gianluca Felicetti (presidente LAV).

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl