Comunicato LAV. CANILE DI STATTE (TA) SEQUESTRATO DA CFS: DA 10 ANNI NEL MIRINO DELLA LAV. AL VIA L'ITER DI MIGLIORAMENTO DELLA L.281/91.

08/nov/2007 16.20.00 LAV - Ufficio Stampa nazionale Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Comunicato stampa LAV

 

CANILEDI STATTE (TARANTO) SEQUESTRATO DA NIRDA CFS, DUE DENUNCIATI: DA 10 ANNI NELMIRINO DELLA LAV. APPELLO A GOVERNO, PARLAMENTO E REGIONI PER INTEGRAZIONELEGGE 281/91.

 

La LAV esprimesoddisfazione per il sequestro preventivo del canile-rifugio di Statte(Taranto), operato dal Nirda del Corpo Forestale dello Stato, dove di recentealcuni cani sono stati trovati morti, denutriti e malati. Ma già dieci anni fala LAV lo aveva incluso nella “lista nera” delle strutture-lagerper quattrozampe, segnalando la sua grave inadeguatezza e il sovraffollamento(600 cani ospitati a fronte di una capienza di circa 200).

 

“Seppurecon l’amarezza di aver dovuto attendere troppi anni e la morte di troppicani, prima di poter fermare questo orrore, ora speriamo che venga posta unaparola giudiziaria definitiva, a tutela degli animali e delle casse pubbliche -dichiara Elisa D’Alessio, responsabilenazionale LAV settore Randagismo - Sollecitiamo una tempestiva eadeguata assistenza a questi cani, in attesa che sia accertata e punita ognieventuale responsabilità per tali drammatici fatti. Di recente abbiamo raccoltopiù di 300.000 firme con le quali chiediamo un impegno concreto a Governo,Parlamento e Regioni per una legge d'integrazione alla Legge quadro 281/91sulla prevenzione del randagismo, che preveda maggiori vincoli e controlli acoloro che gestiscono i canili, la chiusura dei canili-lager e il perseguimentodei responsabili di maltrattamenti, le necessarie sterilizzazioni, un serviziosanitario mutualistico per gli animali e sostegno al volontariato che accudisceconcretamente gli animali. Egrazie a queste firme raccolte, finalmente dalla prossima settimana laCommissione Affari Sociali della Camera dei Deputati avvierà l’iter dimiglioramento della Legge 281, a sedici anni dal suo varo.”


Secondo le informazioni diffuse dall’Ufficio Stampa del Corpo Forestaledello Stato, il rappresentante legale della società “Tarentum 2000srl” e il gestore del canile, che opera in convenzione con i Comuni diTaranto e Statte, sono stati denunciati a piede libero all'autoritàgiudiziaria. Nei loro confronti si ipotizzano i reati di uccisione emaltrattamento di
animali, detenzione di animaliin condizioni incompatibili con la loro natura, gestione di discarica nonautorizzata e smaltimento illegale di rifiuti ad alto rischio, costituiti dasottoprodotti di origine animale. Il canile è stato affidato in custodia aisindaci di Taranto e Statte, e al direttore generale dell'Ausl di Taranto perla vigilanza sanitaria, mentre la gestione degli animaliè stata affidata ad un'associazione zoofila. Nella nota il Corpo forestale delloStato sottolinea che le indagini non sono concluse perché sono al vaglio"ipotesi di condotte criminose riguardanti reati contro la pubblicaamministrazione".

Pochi giorni fa, poi, uncentinaio di carcasse di cani sono state trovate, dal Corpo Forestale delloStato, a pochi chilometri dal canile: il magistrato ha disposto il sequestro el’autopsia su due di questi cani.

 

I recenti sopralluoghi ele telecamere hanno mostrato cani sporchi e malnutriti, accasciati su unpavimento lurido e infestato da topi, in mezzo ad un fetore insopportabile,alcuni devastati da malattie non curate, come otiti, ascessi e forme tumorali:è questo quanto hanno trovato nel canile di Statte i volontari del comando diPolizia ecozoofila Aud di Milano. Il comando della Polizia Ecozoofila hadiffuso la relazione dove viene descritta la gravissima situazione nel canile,nel momento in cui i volontari ecozoofili sono entrati nella struttura, in unamissione compiuta a fine ottobre.

 

8.11.2007

Ufficio stampa LAV064461325 - 3391742586 www.lav.it

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl