Comunicato LAV. ANEMIA INFETTIVA EQUINA, NOTA DEL MINISTERO DELLA SALUTE: CAVALLI INFETTI POSSONO ESSERE SPOSTATI PER VIVERE CON ALTRI CAVALLI SIEROPOSITIVI. IL COMMENTO DELLA LAV.

14/feb/2008 15.49.00 LAV - Ufficio Stampa nazionale Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

 

Comunicato stampa LAV 14 febbraio 2008

 

ANEMIA INFETTIVA EQUINA, NOTA DEL MINISTERO DELLASALUTE CHIARISCE CHE I CAVALLI INFETTI POSSONO ESSERE SPOSTATI, AI FINI DELLORO BENESSERE, PER VIVERE INSIEME AD ALTRI CAVALLI SIEROPOSITIVI.

LAV: BENE, MA AUSPICHIAMO UNA NUOVA ORDINANZA CHETENGA CONTO DI TUTTI GLI ASPETTI SCIENTIFICI ED ETOLOGICI

 

La LAV accoglie con soddisfazione l'emanazione della Nota delMinistero della Salute - Direzione Generale della Sanità Animale, in materia di“convivenza di equidi sieropositivi per l’anemia infettiva”(Nota del 31 gennaio scorso), nella quale, con riferimento all'OrdinanzaMinisteriale del 18 dicembre 2007 "Piano di sorveglianza nazionale perl'anemia infettiva degli equidi", si stabilisce che: "considerando lecaratteristiche epidemiologiche della malattia, la presenza di più soggettisieropositivi nelle aree che soddisfino i requisiti (..), ivi compresi ipaddock esterni, non implica un aumento del rischio di diffusionedell'infezione."

 

E inoltre che: "... al fine del benessere animale, in considerazione dellecaratteristiche etologiche della specie, è auspicabile che venga favorita laconvivenza di più soggetti di pari stato sanitario".

 

Questa Nota ministeriale è un'importanteindicazione per le Ausl, che certamente contribuirà a salvare la vita a numerosi animali.Finora, infatti, stante la confusione che regna sull'argomento, quasi sempre iresponsabili dei Servizi veterinari hanno negato l'autorizzazione a spostarecavalli sieropositivi all’anemia infettiva, nell'errata convinzione checiò possa alimentare forme di epidemia. Al proprietario, quindi, venivaprospettata come unica soluzione l'abbattimento del cavallo.

 

Questo primo risultato è frutto del contributo fornito alMinistero della Salute, nelle ultime settimane, da parte della LAV e della Fondazione Flaminia da Filicaja,che si dichiarano disponibili ad esaminare più globalmente la materia in vistadi una nuova auspicata ordinanza che tenga conto dei dati scientificiriguardanti l’anemia infettiva equina (per sua natura non facilmentetrasmissibile), e che prenda in considerazione altri aspetti molto utili (adesempio possibilità di un test di controprova prevenzione nei confronti degliinsetti, obbligo del test anche per i cavalli destinati al macello, che in granparte provengono dai Paesi dell'Est, dove c'è una enorme diffusione dell'anemiainfettiva).

 

La LAV, inoltre, vigilerà su eventualiabbattimenti di cavalli sieropositivi per valutare eventuali azioni legali, in quanto - se il cavallo fosseucciso perché affetto da anemia infettiva equina - si tratterebbe di uccisionedi animali senza necessità, quindi punibile ai sensi della legge 189/2004.

 

L'anemia infettiva equina è una malattia a decorso variabile,acuto o cronico, caratterizzata da febbre intermittente, anemia, deperimentoprogressivo ed infezione persistente per tutta la vita dell'animale. Puòtrasmettersi attraverso sangue, latte, colostro, seme, urine e placenta, nonchéattraverso strumenti infetti. Per le particolari caratteristiche del virus che neè responsabile, essa nella maggior parte dei casi è asintomatica (il cavalloinfetto ha una vita regolare) e la sua trasmissibilità è molto bassa.

 

Ricordiamo che LAV e Fondazione Flaminia da Filicaja (Montatone,Firenze) hanno di recente avviato il Progetto Amici dei Cavalli (www.amicideicavalli.org), che ha trai suoi scopi quello di migliorare la vita di cavalli e altri equini siaattraverso controlli sul territorio sia attuando un programma di recupero psicofisicodi cavalli maltrattati e sottoposti a sequestro. Il progetto Amici dei Cavallisi avvale, per la formazione dei propri volontari, di docenti universitari,esperti di diritto ed etologi.

 

14.2.2008

Ufficiostampa LAV 06 4461325 - 3391742586 - www.lav.it

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl