Comunicato LAV. CANI MALTRATTATI (BZ),TRIBUNALE RIGETTA ISTANZA DISSEQUESTRO: I CANI RESTANO ALLA LAV. SI CERCANO FAMIGLIE IDONEE PER AFFIDO TEMPORANEO.

CANI MALTRATTATI (BZ),TRIBUNALE RIGETTA ISTANZA DISSEQUESTRO: I CANI RESTANO ALLA LAV.

04/mar/2008 17.20.00 LAV - Ufficio Stampa nazionale Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

Comunicato stampa LAV 4 marzo 2008

 

CANI MALTRATTATI (BOLZANO), TRIBUNALE DEL RIESAME RIGETTAISTANZA DI DISSEQUESTRO: I CANI RESTANO ALLA LAV, CHE AVVIA LA RICERCA DIFAMIGLIE PER AFFIDO TEMPORANEO.

 

IlTribunale del riesame di Bolzano ha rigettato, poche ore fa, l'istanza didissequestro dei cani presentata dal titolare della pensione e allevamento diSan Genesio Atesino (Bolzano), nota con il nome “Dei grandiboschi”, sul quale pesano le accuse di maltrattamento, abbandono euccisione di animali. Il Tribunale del riesame ha ritenuto gli elementiprobatori riscontrati dai giudici nelle tesi accusatorie del PM dott. GuidoRispoli, talmente schiaccianti da motivare il rifiuto a dissequestrare glianimali.

 

I14 cani rimangono quindi alla LAV, cui erano stati affidati in seguito alsequestro avvenuto a febbraio, presso una struttura di fiduciadell’associazione, mentre altri 5 cani rimangono in affido all'AziendaSanitaria Comprensoriale di Bolzano, presso il canile sanitario della Sill,regolarmente accuditi dai volontari LAV di Bolzano, che provvedono alla lorocura.

 

Siamo estremamente soddisfatti che la magistraturaabbia accolto in pieno la nostra tesi, fondata su una corretta e sostanzialeapplicazione della Legge 189/04 a tutela degli animali che, appunto, seapplicata in maniera puntuale, come i giudici di Bolzano hanno scelto di fare,non consentiva certamente alcun margine per il dissequestro dei 14 animali,visti i gravi indizi a carico dell'indagato per maltrattamento - dichiara Maurizio Santoloci, direttoredell’Ufficio legale della LAV - Il principio importante che si evince, ai sensi dell'art 544 sexiesc.p., è che se un soggetto è anche solo indagato per maltrattamento, non puòassolutamente ottenere il riaffido dei propri animali, visto il pericolo direiterazione del reato e la ratio della norma di tutela sostanziale deglianimali coinvolti, la cui tutela deve prevalere su altre istanze dell'indagato”.

 

Orala LAV avvia la ricerca di famiglie idonee e disposte ad accogliere i 14 caniin affidamento, perché possano al più presto godere di libertà e affettoadeguati, e recuperare un rapporto di fiducia con gli umani. Tra i requisitirichiesti a coloro che volessero candidarsi per l’adozione: dimestichezzacon i cani, spazio e tempo adeguati da dedicare, capacità di relazionarsi concani che hanno subito maltrattamenti. La richiesta di affido può essere inviataa Pino Pancotti, e-mail: p.pancotti@lav.it;fax: 06.4461326.

 

Diseguito la storia di alcuni dei cani affidabili:

Susi (labrador, femmina, miele, 6/7 anni circa): è stataripetutamente utilizzata a scopo riproduttivo, l’ultimo parto pochigiorni prima del sequestro. Ha il muso pieno di ferite per le percosse e imaltrattamenti che ha dovuto subire. Dolce e paziente, va d’accordo contutti e ha un disperato bisogno di affetto e carezze.

 

Fox (rottweiler maschio, nero, nascita: 2005): cane digrande mole, molto vivace. Ha bisogno di una persona esperta ed energica, chesi dedichi alla sua educazione e ai suoi bisogni.

 

Silla (golden retriever, femmina, fulvo, 2 anni e mezzo):riporta tutti i segni psichici di ungravissimo maltrattamento: è molto timida, timorosa, diffidente. Ha bisogno diuna persona che abbia dimestichezza con i cani, meglio se donna,preferibilmente con altro cane maschio di indole docile

 

Samba (golden retriever, femmina, biondo, nascita: 2006): bella,dolce, vivace ma anche molto equilibrata; può stare con altri animali, purchéabbia spazio adeguato per muoversi.

 

Gil (goldenretriever, femmina, fulvo, nascita: 2001): splendida, elegante,porta su di sé qualche cicatrice del maltrattamento. Tollera maschi e femmine,meno gatti e altri animali.

 

Rocky (meticcio leonberger, maschio, marrone, 12/13 annicirca): docile nonostante le violenze subite. Per lui la LAV cercauna famiglia che gli si dedichi esclusivamente.

 

Disponibili foto dei cani sequestrati

 

4marzo 2008

UfficioStampa LAV (Sede nazionale) tel. 06.4461325 – 329.0398535 –339.1742586 www.lav.it

LAVBolzano tel. 349/0744252 lavbolzano@libero.it

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl