APER - In Nome della Legge 189

APER - In Nome della Legge 189 Modena, 12 maggio 2008 - Se fosse vera la notizia riportata almeno dal quotidiano Libero, che un calciatore avrebbe ucciso un gatto ad Appiano Gentile perche' riteneva che fosse colpevole di attirare la sfortuna sulla sua squadra di calcio... mi vergognero' di quei giudici e di quel sistema che, incaricati di applicare la legge 189, si dovessero astenere dal fare il proprio dovere.

12/mag/2008 19.30.00 Raffaela Millonig - Animali Persi e Ritrovati Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Modena, 12 maggio 2008 - Se fosse vera la notizia riportata almeno dal quotidiano Libero, che un calciatore avrebbe ucciso un gatto ad Appiano Gentile perche' riteneva che fosse colpevole di attirare la sfortuna sulla sua squadra di calcio... mi vergognero' di quei giudici e di quel sistema che, incaricati di applicare la legge 189, si dovessero astenere dal fare il proprio dovere.

 

In Italia, come in ogni paese civile ed evoluto e nonostante la nostra stessa precarieta', ci battiamo per tanti, rimboccandoci a fatti e parole le maniche: per aiutare gli umili, gli indifesi, i bisognosi. Indifferentemente che si tratti di persone, ambiente, animali. Raccogliamo firme per far sentire la nostra eco quando si tratta di denunciare il nostro stesso Stato ma anche altre nazioni - nella speranza di poter contrastare tanti vigliacchi soprusi con la nostra voce e con il nostro comportamento esemplare.

 

Ma c'e' anche un'altra Italia, una Italia dove nel 2008 ancora si crede all'oroscopo, dove la superstizione e' testimoniata dalle maggiori trasmissioni televisive che lasciano ampio spazio a prognostici stellari incentivando credenze popolane come se ancora vivessimo nel piu' profondo e vergognosamente ignorante medio evo dell'anima,  dove maghi e divinatori spillano legalmente soldi agli ingenui e ai disperati.

 

Se gli estremi per giudicare ci fossero tutti, anche nel caso di questo sventurato animale che non ha colpe se non quella di essere stato lo specchio della stupidita' e dell'ignoranza di chi lo aveva notato - allora sara' bene che gli Italiani seri facciano sentire la loro voce ai giudici seri - affinche' applichino la legge e condannino il colpevole.  Che venga fatta giustizia anche nel nome di un gatto e che ci sia la certezza della pena!

 

Ed e' bene che questa voce nuovamente si levi affinche' venga anche cancellato il vergognoso silenzio di molti giornalisti (sportivi e non) che - pur di autocompiacersi per parlare di calcio, sono andati definitivamente nel pallone dimenticandosi di cosa significa fare il cronista e che un giornalista dovrebbe innanzitutto avere il dovere di informare e non solo soprassedere (quando gli fa comodo o e' troppo scomodo) alla facolta', esercitata quotidianamente, di contribuire a formare il giudizio della comunita'.

Il Team di Animali Persi e Ritrovati
www.animalipersieritrovati.org
www.aper.info

Animali Persi e Ritrovati
Tel.: +39.059.243365 Fax: +39.059.4394714 Cell.: +39.347.4837262
www.animalipersieritrovati.org + www.aper.info
CF: 94113780368 SOGGETTO AMMESSO ALLA DESTINAZIONE 5X1000
Animali Persi e Ritrovati c/o Banca Sella IBAN: IT85G0326812900052845960680
Animali Persi e Ritrovati c/o Poste Italiane IBAN: IT37B0760112900000074197054

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl