corpo guardie zoofile regionale L.I.D.A.

15/giu/2008 07.49.00 Ufficio Stampa L.I.D.A. Sicilia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

 Venerdì 13 Giugno si è concluso il primo corso regionale per guardie zoofile L.I.D.A. .

 Nella sala conferenze di Regalpetra il  Presidente Nazionale della Lega Italiana per i Diritti dell'Animale, Giovanni Porta, ha conosciuto personalmente  i 14 candidati della nostra Provincia(2 guardie di Gela,3 di Sommatino e 9 nisseni ) che, ci auguriamo nel più breve tempo possibile, otterranno un regolare decreto rilasciato dalla Prefettura per svolgere funzioni di Polizia Giudiziaria limitatamente allo specifico campo zoofilo attribuite loro dalla legge 20 Luglio 2004 n.189 .

Essere guardia zoofila non deve essere inteso come occasione per vendicare i torti subiti dagli animali, o per assumere la veste di giudice nei confronti di comportamenti discutibili, bensì come opportunità per collaborare con le Autorità in tutti quei casi in cui sono violati i loro diritti.

Per poter fare questo è indispensabile conoscere, oltre ad alcune nozioni basilari di etologia, la moltitudine di leggi e regolamenti - non sempre chiaramente comprensibili - e interpretarne correttamente lo spirito anche per evitare l'accusa di fanatismo così spesso rivolta a chi è sensibile ai problemi del mondo animale.

Di seguito sono elencati i vari settori d'intervento:

  • Controlli sull'anagrafe canina, sugli abbandoni, sulle malattie infettive e sulla reale situazione del randagismo periferico. Le guardie, oltre a reprimere tutte quelle azioni che permettono il divulgarsi del randagismo, mirano a controllare l'entità degli animali randagi, e sulla base di questa approntano e dispongono, in collaborazione con le istituzioni (ASL, Comune), la soluzione più equa e giusta sia per gli animali sia per i cittadini.
  • Collaborazione con l'Autorità Giudiziaria nei casi di maltrattamento animali.
  • Controllo delle colonie feline, tutelate dalle leggi.
  • Prevenzione e repressione delle infrazioni ai regolamenti di polizia urbana e rurale per quanto riguarda gli animali e il comportamento dei loro padroni o gestori.
  • Controlli su fiere e mercati.
  • Trasporti di animali, intendendo sia i trasporti commerciali che il trasporto di animali di affezione da parte di privati, per curare il rispetto delle norme vigenti.
  • Controllo degli allevamenti.
  • Servizio informativo di consulenza legale in materia di protezione animali. Poiché non avrebbe senso proteggere gli animali dalla violenza diretta e lasciarli indifesi contro il degrado ambientale, le Guardie zoofile hanno il compito di rilevare tutte le alterazioni dell'ecosistema, e in particolare:
    • abbandono di rifiuti
    • discariche abusive, depauperamento delle aree verdi,
      uso indiscriminato di pesticidi
    • violazione alla tutela dei parchi e giardini comunali
    • accensione di fuochi
    • scarichi inquinanti

A questi compiti di prevenzione e repressione, si affianca lo svolgimento di un'opera di educazione e informazione, mediante un'incisiva propaganda zoofila ed ecologica, particolarmente nel mondo dei giovani e nelle scuole.

 

 

______________________________________

 

    L.I.D.A. (Lega Italiana per i Diritti dell’Animale)

       -Nucleo Provinciale Caltanissetta-                                                  

Via  Cittadella ,106

93100    Caltanissetta

Tel.: 334.2332583

Fax: 44-7006-001-485

E-mail: lidacaltanissetta@fastwebnet.it 

 Web: www.lidasicilia.netsons.org

Codice fiscale:  92048100850

Conto corrente  N.:  000701000580

Abi: 03165   Cab: 01600   CIN: P

IBAN:  IT42P0316501600000701000580

intestato a L.I.D.A. Caltanissetta

c/o IW BANK S.p.A.
Via Cavriana, 20
20134 Milano

_________________________________________________________________

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl